Caviale e vino: un abbinamento raffinato

La delizia del caviale conferisce prestigio alle portate e caratterizza la raffinatezza di un pranzo o di una cena. Abbinare caviale e vino non è impresa semplice, dal momento che il primo, per le sue proprietà organolettiche, tende a essere un cibo difficilmente abbinabile anche con altre pietanze.

abbinare caviale e vino

Ottenuto dalle uova non fecondate delle femmine di diverse specie di Storione, un pesce d'acqua dolce e salmastra appartenente alla famiglia Acipenseridae, il caviale è spesso proposto da solo, magari spalmato su fette di pane tostato e burro.

Per quanto riguarda il modo di abbinare caviale e vino, in Francia la soluzione si è trovata con il raffinato e prestigioso Champagne. Per un connubio vincente, è necessario evitare che il carattere salmastro del caviale si scontri con le caratteristiche organolettiche del vino.

abbinare caviale e vino

Ecco allora che il metro di giudizio diventa la quantità salmastra presente in questo raffinato alimento: meglio optare per un vino morbido, un gran millesimato per il caviale di altissimo livello, mentre per le altre tipologie si può optare per un crémant.

abbinare caviale e vino

Un caviale molto saporito si amalgama bene con un molleux bianco dalle note dolci, come un Picolit dei Colli Orientali del Friuli, la tipologia Sevruga si abbina bene a un Crémant d’Alsace, mentre l’Ostrea si può accompagnare al Satèn di Franciacorta. È bene invece evitare i vini con troppa personalità e aromatizzati, come i passiti ossidativi e i muffati.

abbinare caviale e vino - vodka

Nella tradizione russa, abbinare caviale e vino non è la scelta preferita: generalmente si opta invece per la vodka e per il tè, in cui sono banditi gli aromi per evitare di corrompere il gusto delle deliziose uova di pesce.