Il miglior modo per conoscere la Capitale d’Olanda è abbracciare la cultura dell’andare in bicicletta perché la bici qui non è semplice mezzo di trasporto ma un vero e proprio stile di vita. Una piccola curiosità…a pochi passi da Amsterdam Centraal  Station, si trova uno dei più grandi parcheggi di biciclette al mondo con una capacità di ben 7.000 unità.  Per noleggiare la vostra bici è possibile rivolgersi a una delle tante agenzie locali che offrono anche la possibilità di prenotazione on-line e bike-tour tematici, ma presso StarBikes potrete noleggiare la classica bici nera realizzata dall’azienda olandese Sparta.

Parcheggio di biciclette ad Amsterdam, ww.blog.libero.it/dammiiltuoaiuto

Visitare il Van Gogh Museum è quasi un obbligo per vedere la più ampia collezione di opere firmate dal maestro post-impressionista, messa a confronto con dipinti di artisti a lui contemporanei tra i quali Paul Gauguin e Camille Pisarro. Una struttura museale che non solo ospita l’esposizione permanente ma anche mostre sulla storia dell’arte del XIX secolo e tantissime attività per avvicinare i più piccoli all’arte in modo divertente dai laboratori tradizionali a quelli on-line. Vicinissimo al Vangogh Museum, il Rijksmuseum ovvero il Museo Nazionale Olandese che ospita i capolavori dei grandi maestri del Secolo d’Oro da Rembrandt a Veermer accanto alle antiche ceramiche blu di Delft e alle collezioni di Case di bambole risalenti alla fine del Seicento.

Ceramiche di Delft, www.loelandpaula.blogspot.com e www.blogolanda.it.

Dopo ben due rassicuranti e tradizionali indirizzi, spingetevi sull’altra sponda del fiume IJ per il nuovissimo Eye Film Instituut, primo museo olandese dedicato all’arte cinematografica con proiezioni continue e un archivio di film d’epoca ospitati all’interno di una struttura quasi spaziale che galleggia su uno specchio di acqua. E se avete voglia di distrarvi in compagnia di una bottiglia di birra ghiacciata, provate la Heineken Experience ancora più sorprendente dopo la recente riapertura della struttura con percorsi interattivi, documenti e fotografie. La giornata finisce con una lunga pausa insieme a una tazza di caffè a The Bank, primo concept store europeo di Starbucks nel segno del piano di ridefinizione estetica/funzionale degli spazi di consumo che sta coinvolgendo anche l'Europa. All’interno della storica Amsterdamsche Bank, è stato creato un ambiente con un fortissimo carattere teatrale che segue la linea della glocalizzazione: design firmato da Liz Muller e trentacinque giovani designer olandesi, materiali locali come le maioliche di Delft, elementi legati alla identità dei Paesi Basi come i graffiti dedicati ai maggiori commercianti di caffè nell’Olanda del XVII secolo.

The Bank di Starbucks, www.ninjiamarketing.it

Veloce cambio d’abito in hotel per arrivare all'ora di cena: la città è piena di sorprese dal punto di vista gastronomico. Si va da uno dei tre Burger Meester  per assaggiare la varietà olandese di manzo Blonde d’Aquitaine in hamburger tenerissimi  accompagnati da pane bianco o nero, oppure ci si lascia incantare dall’arte del forno a legna o della griglia a carbone nei piatti semplici con ingredienti stagionali del Ristorante AS. Un nome creato con gli estremi della parola cenere in olandese (“ashes”) per uno stile che ama la cenere in cucina. Il modo più chic per concludere la serata durante i weekend della bella stagione sono i party on the beach della Strand Zuid, stabilimento balneare urbano con sdraio e ombrelloni sulla riva del Rai. Di seguito questi e altri suggerimenti per vivere Asterdam senza rinunciare a niente...o quasi!

Giada Vargiu

Burgermeeste, www.thebigfatundertaking.wordpress.com , www.amsterdamology.com , www.hpals.blogspot.com

Indirizzi_Dove Dormire:

  • Houseboat Amsterdam / dormire sul canale www.houseboatamsterdam.nl: affittare una autentica houseboat vicino al centro città da scegliere in stile luxury oppure country. Unico difetto il soggiorno minimo di quattro giorni.
  • Cake Under My Pillow / b&b d’autore www.cakeundermypillow.com: creato da una coppia di cake designer offre stanze dai colori pastello decorate da maioliche di Delft alle pareti.
  • Hotel V / hotel di design www.hotelv.nl: recentissima apertura nel 2008 per un indirizzo al centro della città che trasmette energia positiva grazie a un’estetica luminosa che mette in risalto il legno e la luce.
  • QbicHotel WTC Amsterdam / design futuristico www.qbichotels.com: se siete dei viaggiatori attenti al portafoglio che non rinunciano a estetica e comfort, provate questo originale hotel futuristico con luci led colorate e letti inscatolati in cubi bianchi.

Indirizzi_Dove Mangiare:

  • Burgrmeester www.burgermeester.eu per mangiare ottimi e grandi hamburger di Blonde d’Acquitaine insieme a maionese fatta in casa.
  • AS www.restaurantas.nl:per far arrostire o grigliare verdure, capretti, maialini, sgombri a un giovanissimo chef che ha scelto di dedicarsi alla cucina fatta con la cenere. Ambiente dal design molto contemporaneo con apprezzato de hors estivo.
  • Proef www.proefamsterdam.nl:per seguire la green community in un ristorante ironicamente ecofriendly con ingredienti di stagione o a chilometro zero con prezzi davvero invitanti: zuppa di finocchio e sedano, pollo e sgombro affumicato, insalate gustose e pane a lievitazione naturale con burro.
  • Hartog’s www.volkorenbrod.nl: per il tradizionale pane olandese ottenuto da grano macinato proprio all’interno del panificio. Sempre qui, è possibile assaggiare il boterham olandese ovvero la fetta di pane nero con burro o formaggio stagionato, presente di solito a colazione o a pranzo.
  • Holtkamp www.patisserieholtkamp.nl: per assaggiare l’appeltaart (torta di mele) secondo ricetta olandese e i weespermopjes (biscotti alla mandorla).
  • Strand Zuid www.strand-zuid.nl: la spiaggia di città più esclusiva di Amsterdam dove bere un cocktail ma anche pranzare e cenare in terrazza presso il Caffe Esprit.

Indirizzi_Dove noleggiare bici: