Azienda Giuseppe Rinaldi: la tradizione del Re Barolo

Un'azienda storica, simbolo di eccellenza nella produzione di uno dei vini italiani più pregiati, Sua Maestà il Barolo: la cantina Giuseppe Rinaldi, dal 1890 realtà esclusiva nel cuore del piccolo paese di Barolo, punto di riferimento imprescindibile per tutti gli enoappassionati.

Barolo Giuseppe Rinaldi

Una suggestiva storia iniziata con Battista Rinaldi, coltivatore di alcune vigne del Feudo dei Marchesi Falletti di Barolo, divenuto in seguito proprietario coltivatore e, inizialmente, venditore dell’uva prodotta. Successivamente, con le nuove generazioni, l’attività si estende alla vinificazione e all’imbottigliamento, per giungere oggi a incarnare un'autentica tradizione artigianale, sotto la guida di Giuseppe Rinaldi, comunemente noto nella Langa del Barolo come il "critico" per la sua scrupolosità, e delle figlie Carlotta e Marta.

Barolo Giuseppe Rinaldi

Sette ettari di vigneti autoctoni e posizionati tra le colline di Barolo e Novello, su terreni caratterizzati da microclima ed esposizione perfetti, coltivati secondo metodi rigorosamente biologici, senza l'impiego di prodotti chimici sistemici e di diserbanti, con trattamenti anticrittogamici di copertura mediante zolfo e rame e concimazioni con letame bovino.

Barolo Giuseppe Rinaldi

Una gestione che nasce dal legame profondo con il territorio e le sue tradizioni, basata su una filosofia orientata a preservare una cultura di matrice contadina, tramandando una produzione incentrata su una cura maniacale dei vigneti, una lavorazione rigorosa e attenta ad ogni minimo dettaglio, l'utilizzo di eccellenti strumenti di affinamento.

Barolo Giuseppe Rinaldi

Un processo accurato, frutto di studio, ricerca e rigore metodologico, dal quale nascono vini perfetti ed esclusivi, paragonabili a vere e proprie opere d'arte, solo 38.000 etichette all'anno: Giuseppe Rinaldi produce Barolo per circa il 60%, realizzato con i più rinomati cru, Brunate, Cannubi San Lorenzo e Ravera, e, per il rimanente 40%, vini tipici piemontesi quali Dolcetto d’Alba, Barbera d’Alba, Nebbiolo e Freisa delle Langhe, Ruchè.

La vinificazione in tini tronco-conici aperti segue una lunga macerazione, l'affinamento avviene in grandi botti di rovere di Slavonia, mentre la fermentazione è effettuata con lieviti indigeni a temperature spontanee e utilizzo razionale di anidride solforosa. Così nascono i pregiati vini di Giuseppe Rinaldi, grandi classici in grado di invecchiare con stile, distillando in ogni sorso la storia del terroir da cui prendono vita.

Barolo Giuseppe Rinaldi

Superbo simbolo del brand Giuseppe Rinaldi è il Barolo Brunate DOCG, nato dal più nobile dei figli dell'uva Nebbiolo, Brunate. Un vino austero e tradizionale,  che riposa per 36 mesi in botti di rovere e 6 mesi in bottiglia, di grande corpo e intensità, caratterizzato da delicati profumi di piccoli frutti, fiori, erbe aromatiche, spezie e uva passa, dal gusto pieno, elegante e persistente.

Barolo Giuseppe Rinaldi

Non meno pregiato è il Barolo Tre Tine DOCG, prodotto con uve Nebbiolo dai vigneti Ravera, Le Coste e Cannubi San Lorenzo, affinato 36 mesi in botti di rovere e 6 mesi in bottiglia. Vino robusto, importante e molto intenso, dal bouquet complesso, con profumi di ciliegia, fiori e lamponi in evidenza, lungo, armonico e strutturato al palato.

Entrambe le perle enologiche, concepite per invecchiare splendidamente, vantano tutte le proprietà per centrare al meglio l'obiettivo: struttura tannica, acidità e freschezza, eleganza aromatica.

Barolo Giuseppe Rinaldi

Non solo Barolo per la Cantina: Giuseppe Rinaldi firma anche prestigiosi nettari quali Langhe Nebbiolo DOC, prodotto con uve Nebbiolo al 100%, affinato per 18 mesi in botti di rovere, Dolcetto d'Alba DOC, rosso di pronta beva affinato in inox per 12 mesi, Barbera d'Alba DOC, che si distingue per il doppio affinamento in acciaio e botti di rovere per 5 mesi, Langhe Freisa DOC, rosso di medio affinamento in bottiglia da uve Freisa, e, infine, il vino da tavola Rosae VR, nato da uve Ruché, affinato in acciaio 12 mesi.