Il Carnevale del futuro: Aman inaugura il nuovo format di eventi Atma

Un nuovo format di esperienze immersive firmato Aman Venice: il 1° marzo inaugura Atma con l'evento "Il Carnevale del futuro".

Atma Aman Venice

Termine sanscrito indicante l'energia spirituale che sostiene e anima ogni essere vivente, Atma vuole incarnare in una unica parola il soffio vitale presente nell’aria che respiriamo, nel mondo percepito dai nostri sensi, nei profumi e nella musica, nel calore, nella luce e nel colore.

Atma Aman Venice

Un format innovativo ideato da Aman con l'intento di rafforzare il legame tra mente, corpo e spirito, per nutrire e arricchire i propri ospiti, partendo proprio da una tradizione millenaria di Venezia: il Carnevale.

Atma Aman Venice

L’evento inaugurale di Atma si terrà infatti nella città lagunare il 1° marzo con una notte di festa fuori dagli schemi, il Carnevale del Futuro, un paese delle meraviglie sensoriale animato da capi d’alta moda, produzione avanguardistica, artisti illustri e DJ di fama internazionale.

Atma Aman Venice

Il preludio della serata si apre con una cena intima presso Aman Venice, per simboleggiare la celebrazione condivisa della vita e rendere omaggio al carnevale della città. Riservato a soli 100 ospiti, il Palazzo Dinner sarà accompagnato da una performance live a cura del pianista e vocalist inglese premiato con numerosi dischi di platino Jamie Cullum.

Atma Aman Venice

Dopo cena gli ospiti saranno trasportati in barca all’Arsenale di Venezia, ex sede di cantieri navali e armerie, per immergersi nell'evento Atma ispirato all’iconico Carnevale di Venezia: gli ospiti verranno accompagnati in un universo parallelo, in un’altra dimensione temporale e, per una notte, il grande Arsenale di Venezia diventerà il portale per entrare in un nuovo luogo straordinario dove abbattere le barriere e liberare la gioia, con l’intrattenimento del pluripremiato DJ house e produttore berlinese Dixon, del DJ Brooklyn e dei produttori Bedouin, oltre che della sperimentazione musicale aperta di Peggy Gou.

www.aman.com