Le Cene Stellate di Armani Nobu Milano

Il ristorante Armani Nobu Milano si prepara a un altro prestigioso appuntamento del percorso Cene Stellate: il 12 dicembre è la volta dell’incontro con i sapori italiani del ristorante Il Luogo di Aimo e Nadia, in una celebrazione dell’eccellenza culinaria che non può lasciare indifferenti.

armani nobu milano cene stellate

E così, dopo gli appuntamenti con Gennarino Esposito, i Fratelli Cerea e Mitsuharu Tsumura, che hanno preso il via nel novembre 2015, deliziando i clienti più raffinati, Cene Stellate presenterà questa sera due mondi diversi e variegati: un’alternanza di portate in grado di stupire gli occhi e il palato, attentamente studiate dagli chef  Fabio Pisani e Antonio D’Angelo, sarà la perfetta sintesi di due modi di vivere e intendere l’armonia culinaria.

armani nobu milano sushi cene stellate

Introdurranno la cena il dentice ligure marinato, con cedro di Calabria e maionese di pistacchi di Bronte di Fabio Pisani, insieme allo Shabu shabu di ricciola giapponese e salsa ponzu al mandarino di Antonio D’Angelo. Si proseguirà poi con una selezione di sushi: a deliziare il palato, un piatto di Wagyu e uni, capasanta gratinata, o-toro e ikura, oshinko e sushi di gambero rosso.

risotto fabio pisani nobu milano cene stellate

E dopo il Giappone, si torna in Italia, con un delicato risotto carnaroli all’olio di olive Nocellara con gamberi viola di Sanremo, pomodori al filo, origano e capperi di Pantelleria. L’esclusiva serata gastronomica proseguirà poi con un piatto di wagyu giapponese, teriyaki balsamica e tartufo, prima di approdare al soffice alla barbabietola.

armani nobu milano cene stellate

Chiuderà l’incontro tra Armani Nobu Milano e Il Luogo di Aimo e Nadia il dessert Black Lemon, firmato Fabio Pisani: un dolce a base di crema ai limoni di Sorrento, spuma al lime e polvere di loomi, il tutto lavorato con un delizioso latte di mandorle di Toritto. Cene Stellate si conferma così, ancora una volta, uno degli eventi più interessanti per conoscere stili di alta qualità e modi diversi di intendere la creatività in cucina.