Dormire in un Faro: charme e relax a Capo Spartivento

Sentirsi i padroni del mare per una notte. Un’esperienza unica e suggestiva da vivere sulla cima di un promontorio al confine tra l’acqua e la terraferma, tra onde, brezza ed emozioni indimenticabili.

Racconti, leggende, storie. Il sapore del sale e il profumo della brezza marina. Silenzio. Sono molte le suggestioni che un faro può suggerire. Costruzioni singolari e affascinanti, arroccate su promontori a picco sul mare, che con la luce delle loro lanterne squarciano l’oscurità della notte e guidano i naviganti.

Nell’estrema punta meridionale della Sardegna, a chiudere e dominare il golfo di Teulada, circondato da un’area di macchia mediterranea ancora oggi incontaminata e selvaggia, si erge, su un promontorio granitico, il Faro di Capo Spartivento. Una costruzione ricca di storia che porta i segni di un passato recente. Costruito dalla Marina Militare Italiana nel 1856, il Faro è stato vittima dei bombardamenti americani durante la Seconda Guerra Mondiale per poi continuare a ospitare, fino agli anni Ottanta, famiglie di faristi. Dopo un periodo di parziale abbandono, nel 2006 un’attenta opera di ristrutturazione ha restituito all’Isola uno dei suoi Fari più antichi, il primo in Italia a essere convertito in una guesthouse d’eccellenza che regala ai suoi ospiti soggiorni esclusivi e indimenticabili.

Dormire in un faro

L’unicità del posto è percepita sin dall’ingresso. Ad accogliere i visitatori una porta in cristallo trasparente che lascia intravedere il mare alle sue spalle e conserva ancora oggi, nell’arco, il fregio in ferro con le iniziali di Re Vittorio Emanuele. Entrando, un ampio salone di 120 metri quadrati con soffitti a volta e lampadari rossi in vetro di Murano: qui è possibile rilassarsi sui quattro grandi divani in pelle bianca stile Luigi XIV oppure rigenerarsi davanti al vecchio camino.

Dormire in un faro

Dormire in un faro

Due scale a chiocciola conducono verso gli altri ambienti. La prima, in ghisa Neri, porta alla vecchia cisterna sotterranea oggi convertita in cantina; la seconda, in pietra, sale fino al primo piano. Qui, oltre alle camere da letto, è ospitata un’insolita area relax con un vecchio baule adibito a libreria.

Dormire in un faro

Il Faro offre sei Junior Suite e due mini appartamenti separati dal corpo centrale, un tempo adibiti a cisterne per la conservazione del gas acetilene che alimentava la lanterna. Le Suite, tutte di 35 metri quadrati e dotate di vetrate panoramiche in cristallo, affacciano sul mare sconfinato o sulle colline del promontorio. Le prime sono arredate in stile moderno total white, con letti tondi sospesi; le seconde con letti a baldacchino in ferro battuto o mobili in stile provenzale.

Capo Spartivento

Dormire in un faro

Dormire in un faro

Giunti al secondo piano si accede alla terrazza panoramica di 250 metri quadrati: quattro grandi letti a baldacchino sono a disposizione degli ospiti per prendere il sole durante il giorno o per soffermarsi romanticamente a guardare le stelle di notte.

Sulla terrazza si erge in tutta la sua imponenza il vero padrone di casa di Capo Spartivento, il Faro. Con i suoi 19 metri di altezza domina il golfo e con la sua lanterna dotata dell’ottica rotante di Augustin Fresnel da oltre 150 anni illumina la via ai marinai.

Dormire in un faro

Dormire in un faro

Il fascino della struttura si irradia anche all’esterno. Un giardino di 3000 metri quadrati curato e irrigato grazie a un sistema di fitodepurazione delle acque reflue ospita un enorme ulivo secolare, una zona barbecue e 8 gazebo in cristallo con vista panoramica: da vivere la suggestiva esperienza di una cena a lume di faro, illuminati dal fascio di luce rotante della lanterna.

Dormire in un faro

Dormire in un faro

Affacciata sulla scogliera a picco sul mare, un’altra area relax dotata di due idromassaggio Jacuzzi e di una piscina la cui linea di sfioro si fonde con l’orizzonte regalando atmosfere suggestive. A bordo piscina, un elegante salotto in pelle bianca e tavoli da colazione ricavati da fondi di carro turchi, per iniziare la giornata respirando la salutare tranquillità di un panorama mozzafiato.

dormire in un faro

Capo Spartivento

I prezzi a persona per una notte al Faro variano da € 500 a € 1.000, a seconda della sistemazione e della stagione. Durante il periodo delle festività natalizie è possibile affittare l’intera struttura giornalmente o settimanalmente, con tariffe che variano da € 6.000 a € 25.000. A disposizione degli ospiti uno Chef e un Maitre che sapranno suggerire sapienti rielaborazioni dei piatti tipici della tradizione culinaria sarda abbinate ai migliori vini dell’Isola.

Dormire in un faro

Una fuga esclusiva dalla vita reale, una parentesi elegante e raffinata immersi a 360 gradi nelle suggestioni del Mar Mediterraneo. Un’oasi di pace tra pinete, cespugli di ginepro e calette di finissima sabbia bianca incastonate nella roccia. Dormire nel Faro di Capo Spartivento è un’esperienza unica, un modo romantico di coniugare l’andare e venire della vita con il fluire e il defluire delle onde del mare.

Sara Stopponi

Photo credits: Faro Capo Spartivento