Enkir di Birra del Borgo: morbido nettare ai cereali

Una birra dal colore dorato, schiuma compatta e gusto rotondo con note delicatamente fruttate, che nasce dal cereale più antico del mondo addomesticato dall’uomo: Enkir di Birra del Borgo, morbido nettare made in Italy vincitore dell’oro all’European Beer Star Award 2017 nella categoria “migliore birra prodotta con cereali alternativi”.

Enkir di Birra del Borgo

Creata dal mastro birraio fondatore del brand di Borgorose Leonardo di Vincenzo in collaborazione con Felice Marino, del Mulino Marino, celebre per la macinatura a pietra francese dei cereali, e Gabriele Bonci, chef esperto in lieviti, la birra è prodotta con il 55% di Enkir, il cui nome scientifico è Triticum Monocuccum, cereale conosciuto nel vicino Oriente già 12.000 anni fa.

Enkir di Birra del Borgo

Si tratta di un prodotto molto simile al farro, selvatico, che non necessita di alcun tipo di concimazione, configurandosi come un perfetto esempio di cereale biologico. Dotato di una particolare predisposizione a resistere a malattie e stress, possiede un elevato contenuto proteico e una grande quantità di carotenoidi, responsabili del caratteristico colore giallo della farina ottenuta dalla sua macinazione.

Enkir di Birra del Borgo

Il nome del cereale deriva dall’affascinante mito del dio Enki, uno dei quattro creatori del mondo nella mitologia sumera, il signore degli oceani e delle acque sotterranee, ma anche il dio delle arti e della saggezza. Come le suggestive leggende racchiuse nel suo nome, il cereale Enkir è caratterizzato da un gusto profondo e misterioso, perfetto per realizzare una birra equilibrata, delicata e morbida come il nettare omonimo di Birra del Borgo.

Enkir di Birra del Borgo

L’alta percentuale di Enkir presente nella sua composizione, ben il 55%, in aggiunta al malto d’orzo, è in grado infatti di donare alla birra stuzzicanti aromi speziati e resinosi al naso che sfociano in bocca in note lievemente balsamiche e fruttate di ananas e pesca gialla, rivelando un corpo rotondo e leggermente frizzante, mentre il finale risulta equilibrato, aromatico e ancora fruttato.

Enkir di Birra del Borgo

Caratterizzata da un colore dorato carico e da una schiuma compatta, Enkir di Birra del Borgo si abbina molto bene con la cucina etnica e speziata, antipasti di verdure, insalate, pasta con verdure, risotto alle verdure, formaggi freschi, formaggi semi stagionati o pasticceria secca.

Enkir di Birra del Borgo

Proprio il carattere e la personalità, oltre alla grande qualità, ha decretato la vittoria della birra Enkir all’European Beer Star Award, un riconoscimento importante per l’Italia della birra d’eccellenza che ha visto l’azienda di Borgorose trionfare su oltre 2000 birre provenienti da tutto il mondo.

«Da anni ci impegniamo per creare prodotti unici e dal carattere inimitabile, questo premio per noi è davvero significativo, ci spinge a portare avanti il lavoro sulla qualità e la ricerca iniziato a Borgorose nel 2005 con la nascita del birrificio».