La cucina di design. Cibo, tendenze, moda

Un libro fatto a tappe che ripercorre in maniera critica un percorso storico, quello del food, nell'immaginario dei soggetti che ne entrano - volenti o nolenti - in contatto. L'oggetto di design visto come l'exploit di un fenomeno sociale. Un'analisi sul termine stesso di "oggetto di design" così come venne fatta in passato da nomi illustri.

L'autrice afferma che nonostante le trasformazioni storico-sociali avvenute a partire dalla seconda metà del '900, non si possa tenere conto del fatto che anche il design sia mutato con le esigenze e le tendenze del tempo: bisogna quindi considerare il fenomeno nella sua varietà e nella sua complessità, come qualcosa di letteralmente "vivo" e "mutevole". Solo così si può riuscire a comprendere un fenomeno contemporaneo, articolato e complesso come appunto è il "food-design".

In che cosa consiste questa relazione tra food e design? Quali valori e funzioni il design aggiunge agli oggetti e ai segni alimentari? E perché oggi si sente il bisogno di un design del e per il cibo? Lo scopo di questo libro è quello di riflettere su questi nuovi dilemmi dell'onnivoro contemporaneo.

Numerosi sono nel testo i riferimenti a filosofi, designer, esponenti del panorama del food, proprio per dare valenza alle tesi che sostengono il food-design come manifestazione concreta e incisiva nella società e non come semplice fenomeno passeggero.

“Donut Doubles” di Brandon Voges

“Donut Doubles” di Brandon Voges

Il rapporto fra cibo e design ovviamente non può prescindere da una narrazione del ruolo che ha avuto l'oggetto che più mette in rapporto questi due elementi così diversi eppure con così tanti punti di contatto fra di loro, e cioè la cucina. E dal sogno italiano della cucina passare poi a quello che sembrerebbe un assurdo:"la moda del cibo" e "il cibo di moda".

Quasi un dissacrare le teorie tradizionali che vedono il cibo come nutrimento, come mezzo per riunire le famiglie, come oggetto da rispettare, insomma come tutto fuorché come una moda.

Eppure... Questo libro sicuramente vi farà riflettere!

Collana: Culture/Segni/Comunicazione

Editore: Progedit

Dimensione: 15,5x21,0 cm

Lingua: Italiano

ISBN - EAN: 978-88-6194-302-5

Data di pubblicazione: Settembre 2016

Pagine : 89

 

La sfilata di Chanel ambientata in un finto supermercato

La sfilata di Chanel ambientata in un finto supermercato

La creazione dello chef Matias Perdomo per Dolce e Gabbana

La creazione dello chef Matias Perdomo per Dolce e Gabbana

Loredana La Fortuna insegna Italiano e Storia nella scuola secondaria di secondo grado ed è Dottore di ricerca in Teoria del linguaggio e scienze dei segni. I suoi interessi primari sono la letteratura, l’arte e il design. Tra le sue ultime pubblicazioni Raccontare nonostante tutto. Raffaele Nigro e la scrittura (FaLvision 2014).

Mariangela Martellotta