La cucina di Gualtiero Marchesi in un world tour in dieci tappe

Un world tour in dieci tappe per celebrare i capolavori culinari del Maestro Gualtiero Marchesi, interpretati dagli stessi allievi del grande cuoco, ora affermati chef stellati: dal 4 febbraio parte l'iniziativa, promossa dalla Fondazione Gualtiero Marchesi e da Enit, con la prima tappa a Parigi.

Gualtiero Marchesi World Tour

Un giro del mondo inteso non solo celebrare il cuoco che ha elevato un onorevole mestiere artigiano alla dignità di arte, in un dialogo costante con la musica, le arti figurative, il design, la moda, ma anche segnare un punto di partenza per una riflessione e un dialogo costanti sulla formazione, la ricerca e la conoscenza in ambito alimentare.

Antonio Ghilardi Gualtiero Marchesi World Tour

Enrico Crippa_Parigi 4 febbraio Gualtiero Marchesi World Tour

Dopo Chicago, New York, Hong Kong, Beijing, il programma prevede ora quattro appuntamenti nel vecchio continente: Parigi il 4 febbraio, Londra il 12, Berlino il 19 e Mosca il 26. Il Grand Tour si chiuderà poi a Milano, il 19 marzo, anniversario della nascita di Marchesi e precisamente un anno dopo l’indimenticabile serata di proiezione del film "Gualtiero Marchesi the Great Italian", riproposto in tutti gli appuntamenti.

Davide Oldani_Parigi 4 febbraio Gualtiero Marchesi World Tour

Andrea Berton_Londra 12 febbraio Gualtiero Marchesi World Tour

Antonio Ghilardi, tra i primi cuochi della scuderia di Marchesi dai tempi di Bonvesin de la Riva, sarà l’executive chef di tutte le tappe e verrà affiancato a Parigi da Enrico Crippa e Davide Oldani, a Londra da Andrea Berton e Alfio Ghezzi, a Berlino da Ernst Knam e a Mosca da Carlo Cracco.

Alfio Ghezzi_Londra 12 febbraio Gualtiero Marchesi World Tour

Ernst Knam_Berlino 19 febbraio Gualtiero Marchesi World Tour

«Se Gualtiero Marchesi ha portato la nouvelle cuisine in Italia negli anni '80, promuovendo una nuova cucina italiana, la nuova cucina italiana resta il progetto prioritario della Fondazione dopo la scomparsa del suo fondatore. - spiega Alberto Capatti, Presidente della Fondazione Gualtiero Marchesi - È una eredità e un obbiettivo cui allievi, cultori, studiosi intendono rispondere con la pagina e col piatto, con la parola e con l'arte».

Carlo Cracco_Mosca 26 febbraio Gualtiero Marchesi World Tour

«L’enogastronomia costituisce il principale volano dell’industria turistica italiana. - continua Gianni Bastianelli, direttore esecutivo di ENIT - Per questo motivo ENIT ha deciso di collaborare al roadshow proposto dalla Fondazione Gualtiero Marchesi, ritenendolo una grande occasione per promuovere il brand Italia su scala mondiale.  Siamo d’altra parte onorati di potere condividere le nostre energie con l’opera del Maestro che ha contribuito alla massima valorizzazione della nostra offerta enogastronomica e turistica».

Gualtiero Marchesi World Tour

Le tappe europee

4 febbraio – Parigi -  Ambasciata Italiana . 51, Rue de Varenne - 75007 Paris
12 febbraio – Londra - Ambasciata Italiana . 14, Three Kings Yard, London W1K 4EH
19 febbraio – Berlino - Ambasciata Italiana . Hiroshimastr. 1 - 10785 Berlino
26 febbraio – Mosca - Ambasciata Italiana . Denezhny Pereulok, 5 - 115127 Mosca, Russia

Gualtiero Marchesi World Tour

©M.Borchi

I 12 piatti capolavoro firmati Gualtiero Marchesi in degustazione sulle tavole del mondo

Crema di zucca e zenzero
Involtino di spinaci e branzino, senape in grani
Pomodoro, mozzarella e pesto leggero
Omaggio a Pollock: Dripping di pesce
Omaggio a Fontana: Il Rosso e il Nero
Insalata di capesante, zenzero e pepe rosa
Salmone marinato all’aneto, salsa dolce-forte alle pere
Insalata di spaghetti al caviale, erba cipollina
Ciotola di risotto allo zafferano, scaglie d’oro
Filetto di vitello alla Rossini secondo Gualtiero Marchesi
Code di gambero in crema di peperoni dolci
Zabaione freddo al marsala, spaghetti di riso fritti

www.fondazionegualtieromarchesi.it