L'eleganza Pedrali al Labirinto della Masone di Fontanellato

I complementi Pedrali sbarcano al Labirinto della Masone, arredando con eleganza il ristorante e il caffè del parco culturale ideato da Franco Maria Ricci a Fontanellato (PR).

Pedrali al Labirinto della Masone

Pedrali al Labirinto della Masone

Esteso su otto ettari di terreno, il labirinto più grande del mondo è composto interamente da suggestive piante di bambù, un percorso originale e ricco di mistero, progettato dall’editore e designer Franco Maria Ricci con gli architetti Pier Carlo Bontempi e Davide Dutto.

Pedrali al Labirinto della Masone

«Sognai per la prima volta di costruire un Labirinto circa trent’anni fa, nel periodo in cui, a più riprese, ebbi ospite, nella mia casa di campagna vicino a Parma, lo scrittore argentino Jorge Luis Borges. - racconta Franco Maria Ricci - Il Labirinto, si sa, era da sempre uno dei suoi temi preferiti; e le traiettorie che i suoi passi esitanti di cieco disegnavano intorno a me mi facevano pensare alle incertezze di chi si muove fra biforcazioni ed enigmi. Com’è noto, quando fece costruire il suo Labirinto, che era una prigione, Minosse nutriva intenzioni cupe e crudeli; io immaginai un equivalente addolcito, che fosse anche un Giardino, dove la gente potesse passeggiare, smarrendosi di tanto in tanto, ma senza pericolo».

Pedrali al Labirinto della Masone

Pedrali al Labirinto della Masone

Immerso nel verde, il Labirinto  della Masone ospita all'interno del parco un museo, una biblioteca, spazi per mostre temporanee, la casa editrice Franco Maria Ricci e anche gli angoli del gusto, ristorante, caffè e bottega, gestiti dallo chef stellato Massimo Spigaroli, insieme a Rocco Stabellini.

Pedrali al Labirinto della Masone

Per conferire un tocco fresco e raffinato agli ambienti, sono stati scelti gli arredi Pedrali, brand leader nella produzione di complementi di design destinati all'indoor, outdoor e contract.

Pedrali al Labirinto della Masone

Pedrali al Labirinto della Masone

Atmosfere accoglienti in cui domina attenzione per il dettaglio, stile e comfort caratterizzano l'elegante ristorante, dove spiccano le poltrone Tivoli, disegnate da Cazzaniga, Mandelli e Pagliarulo. Il profilo essenziale dei complementi ripercorre il tema delle sedute in legno tradizionali, integrando alla perfezione gli elementi strutturali. In particolare, la curvatura tridimensionale dello schienale in multistrato esalta l’idea di comodità e convivialità, mentre il telaio declinato in essenza di frassino e il sedile in multistrato impreziosiscono il bistrò con note calde e accoglienti. Comprensiva sia di sedia che di poltrona, Tivoli presenta a scelta sedile e schienale morbidamente imbottiti.

Pedrali al Labirinto della Masone

Pedrali al Labirinto della Masone

Il caffè del Labirinto è invece concepito per chi desidera un momento di ristoro nel corso della visita al grande parco culturale. Gli arredi selezionati, dal design fresco e accattivante, riflettono la filosofia del concept, dinamica e informale. I visitatori potranno gustare piatti semplici accompagnati da un calice di vino, oppure sorseggiare un drink o un caffè, in totale relax, seduti sotto i porticati sulle comode sedute Volt, disegnate da Claudio Dondoli e Marco Pocci, declinate in versatile polipropilene e contraddistinte da un'estetica essenziale e lineare, ma al contempo sofisticata e accogliente.

Pedrali al Labirinto della Masone

Pedrali al Labirinto della Masone

In abbinamento i tavolini della collezione Ypsilon, disegnati da Jorge Pensi, declinati in alluminio, leggeri e allo stesso tempo resistenti, concepiti espressamente per l'outdoor. La colonna in estruso si prolunga nelle tre razze in pressofusione poggiate delicatamente a terra con piedini color bianco opalino, esaltando l'essenzialità e la leggerezza dei complementi.

Pedrali al Labirinto della Masone

Pedrali al Labirinto della Masone

Completa il design di interni del Labirinto della Masone la linea di sedute imbottite e modulari Modus, nate dall'estro creativo di Pedrali R&D. Versatili e personalizzabili, le sedute Modus sono in grado di soddisfare ogni configurazione d’arredo, presentando seduta e schienale imbottiti con schiumato poliuretanico ignifugo e un rivestimento in finta pelle o tessuto con finitura liscia, cuciture orizzontali, ornato con bottoni o capitonné. Inoltre, è disponibile come accessorio una mensola in laminato, spessa 40 mm, applicabile al lato posteriore.

www.pedrali.it