Panorami dalla bellezza sconfinata si estendono in Piemonte, una delle regioni in cui eccelle la ricchezza vitivinicola italiana e non a caso Patrimonio Mondiale Unesco. Il cuore enologico batte nell’area delle Langhe-Roero e nel Monferrato. Il sito si sviluppa lungo dolci colline coperte da vigneti a perdita d’occhio, inframmezzati da piccoli villaggi di altura e pregevoli castelli medievali, dove da secoli la viticoltura costituisce il fulcro della vita economica e sociale.

monferrato langhe

L’area della Langa del Barolo, uno dei prodotti enologici piemontesi dal consolidato prestigio internazionale, presenta numerosi luoghi del vino relativi all’intera filiera produttiva, tra cui spiccano aziende vitivinicole di storica fondazione, quali i tenimenti di Fontanafredda, appartenuti alla casa Reale dei Savoia, e le proprietà della Famiglia Falletti di Barolo.

museo del vino barolo

Le Langhe sono caratterizzate da terreni calcarei e bianchi, a tratti morenici: nel terreno elveziano nascono vini più robusti, ricchi di tannino e adatti all’invecchiamento, mentre il terreno tortoniano è più idoneo per vini profumati, eleganti e vellutati, con maturazione veloce, mentre nelle zone collinari dominano i vitigni del Nebbiolo.

monferrato langhe

Vicina sorge la regione del Monferrato, divisa dal fiume Tanaro in Basso Monferrato (nord) e Alto Monferrato (sud). Nei suoi terreni argillosi si producono vini bianchi, come il Cortese e lo Chardonnay, vini rossi, come Grignolino, Dolcetto, Freisa e Barbera, e vini aromatici, quali Brachetto, Malvasie e Moscati. Tra il Monferrato e l’Oltrepò Pavese sorgono invece le Colline Tortonesi, il quale terreno argilloso e compatto, a tratti tufaceo, è l’ideale per la produzione del Barbera e del Cortese, mentre, nella zona del Roero, che comprende 23 comuni del Cuneese e Cisterna d’Asti, si coltivano l’Arneis, il Nebbiolo e il Barbera.

monferrato langhe

Poco distanti dal Monferrato ecco invece le colline Torinesi, in cui sono coltivati i vitigni di Fresia e Malvasie. Spostandosi sulle Colline Novaresi, si trova invece un terreno particolarmente acido, ricco di ferro e povero di calcare, l’ideale per la coltivazione delle uve dei vitigni Nebbiolo, localmente denominato Spanna. Il Nebbiolo si trova anche nella zona di Gattinara, in provincia di Vercelli, e nel Canavese, al confine con la Valle d’Aosta, aree in cui queste rinomate uve assumono peculiarità autoctone.