London Design Festival: la città inglese capitale del design dal 15 settembre

Pronta a partire la sedicesima edizione del London Design Festival, in programma dal 15 al 23 settembre, celebrando i 10 anni al V&A Museum come hub ufficiale della kermesse.

London Design Festival

Obiettivo dell'evento celebrare e promuovere Londra come la capitale mondiale del design, forte dei numeri ottenuti nelle scorse edizioni, con un record di 450.000 visitatori individuali provenienti da oltre 75 paesi solo nel 2017.

London Design Festival

«Londra e il Design vanno di pari passo. - dichiara Ben Evans, Direttore del London Design Festival - Fa parte della nostra storia. Il Festival è una piattaforma per centinaia di storie di design da raccontare a un pubblico sempre più appassionato, confermando lo status della capitale inglese quale centro globale del design».

London Design Festival

Per i nove giorni del Festival, i visitatori del V&A avranno l'opportunità di esplorare scenografiche installazioni, partecipare a un ricco programma di eventi, tour giornalieri e workshop del Global Design Forum, che nel 2017 ha riunito 45 relatori provenienti da 13 paesi e 2.800 visitatori.

«Il programma è ricco e ambizioso - rivela Tristram Hunt, Direttore del V&A - e rappresenta un'opportunità unica per i principali designer di interagire con le collezioni d'arte di V&A. Il London Design Festival occupa un ruolo vitale nel panorama creativo di Londra, riaffermando la posizione della città come capitale mondiale del design».

London Design Festival

Ad animare la kermesse una serie di installazioni suddivise tra "Landmark Projects" e "V&A Projects", come Alphabet, progettata da Kellenberger-White e installata davanti a Exchange House a Broadgate. Una serie di 26 sedute a forma di lettere dell'alfabeto realizzate piegando il metallo, ognuna vivacizzata da un colore diverso, dall'International Orange, utilizzato per il celebre Golden Gate Bridge di San Francisco, al Cornflower Blue, il colore del Middlesbrough's Transporter Bridge.

London Design Festival

Time for Tea, firmata Scholten & Baijings, reinterpreta in chiave contemporanea la cerimonia del tè e sarà installata al primo piano dello storico Fortnum & Mason Flagship Store a Piccadilly. I visitatori saranno invitati a guardare un tea party dal vivo, replicato quattro volte al giorno durante tutta la durata del festival, una performance unica sul rituale tutto inglese del tè. L'iconico colore Eau de Nil di Fortnum ha fornito l'ispirazione per l'installazione, impreziosita da accessori progettati da Scholten & Baijings e vestiti della caratteristica tonalità verde. Pavimento e tavoli in marmo sono prodotti dall'azienda italiana Luce di Carrara, le sedie imbottite sono fornite dai marchi HAY, Moroso e Karimoku New Standard, mentre l'esclusivo set da tè in porcellana proviene dalla regione giapponese di Arita, celebre per la produzione di finissime porcellane, risalente al 17° secolo.

London Design Festival

Nel cuore di Regent Street, celebre via londinese dello shopping, brillerà Trace, realizzata da Architecture Social Club, installazione sospesa progettata per focalizzare l'attenzione dello spettatore sul potere dell'ambiente naturale che interagisce con le eleganti architetture del quartiere. Reagendo alla luce e al vento, l'installazione rende visibile l'invisibile, sfruttando l'energia eolica della strada e cambiando la luce nel corso del giorno e della notte, rendendo manifesti allo spettatore gli effetti dell'uomo sull'ambiente in cui vive.

London Design Festival

Al V&A, per festeggiare i dieci anni della location come hub ufficiale del London Design Festival, saranno molte le installazioni allestite.

«I musei sono spesso visti come custodi del passato, - afferma Victoria Broackes, Responsabile della kermesse al V&A -  ma il programma di eventi del London Design Festival al V&A dimostra l'interesse del museo per il contemporaneo. Quest'anno saranno esplorate le nuove tecnologie, il suono, il design digitale e i videogames».

London Design Festival

London Design Festival

Tra le opere più interessati del Victoria & Albert Museum figura MultiPly di Waugh Thistleton Architects, un'installazione modulare labirintica interattiva che approfondisce due attuali sfide globali, quelle degli alloggi e dei cambiamenti climatici, presentando la fusione di sistemi modulari realizzati con materiali scelti responsabilmente. Questa struttura tridimensionale permeabile sarà costruita con un sistema di pannelli riutilizzabile realizzato con 60 metri cubi di American Tulipwood ed esplorerà i modi in cui l'architettura modulare può essere sviluppata e goduta.

London Design Festival

Menzione speciale anche per Memory & Light, nata dalla collaborazione tra il compositore Arvo Pärt, e il team di designer di Arup, appositamente ideata per la Norfolk House Music Room del V&A e ispirata dalle famose parole di Arvo Pärt sulla sua musica: «Si potrebbe confrontare la mia musica con la luce bianca, che contiene tutti i colori. Solo un prisma può dividere i colori e renderli visibili: questo prisma potrebbe essere lo spirito dell'ascoltatore». Ecco allora l'installazione multisensoriale sotto forma di uno schermo curvo trasparente a rappresentare il prisma che divide i colori, un "banco di osservazione e ascolto" e la musica dello stesso Arvo Pärt a scandire il tempo.

www.londondesignfestival.com