Il menu al profumo di primavera del Ristorante Gardenia

In vista della primavera la cucina di Mariangela Susigan, chef stellata del Ristorante Gardenia di Caluso (TO), si veste di nuove e stuzzicanti suggestioni al profumo di erbe spontanee.

Ristorante Gardenia Mariangela Susigan

L'arrivo della stagione dei fiori e della rinascita rigogliosa della natura ispira infatti l'arte culinaria della chef e il suo nuovo menu ricco di ricette verdissime dal profumo inebriante, preparate impiegando le oltre 50 erbe spontanee selezionate e raccolte personalmente da Mariangela nelle incontaminate valli circonstanti della Valchiusella, quali rumex acetosa, alchemilla ventaglina, silene bubbolina, bistorta, ajucca, erba Buon Enrico, aglio orsino, crescione di sorgente, acetosella e tante altre.

Ristorante Gardenia Mariangela Susigan

Bouquet irresistibili abilmente esaltati dalla chef Susigan colorano di gusto i piatti del Ristorante Gardenia, preparati impiegando materie prime eccellenti della tradizione piemontese, vivacizzate dalle note invitanti delle erbe sapientemente dosate.

Ristorante Gardenia Mariangela Susigan

Il risultato è un menu ricco di golose sfumature e di proposte green, come il morbido Risotto Carnaroli all’Aglio ursino, Baccalà e Pomodorini confit. Ecco la ricetta.

Ristorante Gardenia Mariangela Susigan

Ingredienti per 4 persone

Riso Carnaroli 300 gr
Brodo di gallina 1 l
Cipolla 1
Olio q.b.
Burro all’aglio ursino 140 gr
Parmigiano 50 gr
Vino bianco 50 ml
Sale 5 g
Pomodoro datterino 4
Pomodoro piccadilly 2
Baccalà dissalato 100 gr
Olio evo ½ litro
1 pezzetto bacca vaniglia

Ristorante Gardenia Mariangela Susigan

Preparazione

Per il baccalà

Tagliare dei cubetti da 25 gr, rosolare sulla pelle brevemente in padella. Nel frattempo preparare un pentolino con ½ litro di olio evo e un pezzo di bacca di vaniglia, scaldare a 60°. Porre il baccalà nell’olio caldo per circa 6 minuti. Scolare e asciugare.

Per i pomodori confit

Spelare i pomodori piccadilly e dividerli in spicchi rimuovendo l’acqua e i semi dall’interno. Tagliare a metà i podomorini datterini tenendo la pelle. Disporre tutto su una teglia rivestita da carta forno, aggiungere sale, timo e zucchero di canna. Infornare a 90° per circa 30 minuti.

Per il risotto

Portare a bollore il brodo di gallina. Prendere un pentolino e soffriggere la cipolla tritata con un filo d’olio. Appena la cipolla sarà dorata, aggiungere il riso e tostarlo. Bagnarlo subito dopo con il vino bianco e lasciare evaporare. Proseguire quindi la cottura per dodici minuti bagnando progressivamente con il brodo bollente e mescolando di tanto in tanto.
Mantecare il risotto con il burro di aglio ursino, il parmigiano e i pomodori piccadilly confit tagliati a pezzetti, regolare di sale, mantenendolo “all’onda”.

Disporre il infine risotto nei piatti e decorare con un cubetto di baccalà per ogni piatto e due mezzi pomodorini datterini confit.