MilleEottantatre: l’eccellenza Petit Verdot di Usiglian del Vescovo

Dal feudo secolare di Usiglian del Vescovo, esteso per oltre 160 ettari lungo le colline pisane della Valdera a Palaia, nasce uno tra i vini più esclusivi dell’azienda toscana che riflette nel nome l’antica storia del marchio: MilleEottantatre, esclusivo nettare prodotto da uve Petit Verdot, un rosso profondo e dalle note complesse confezionato in 1083 eleganti bottiglie numerate.

Usiglian del Vescovo

Così chiamato in omaggio alla storia secolare del feudo enologico, in particolare all’anno 1083, presumibilmente la data in cui la produzione di vino rese il feudo di Usiglian del Vescovo indipendente.

Usiglian del Vescovo

A cavallo tra l’Alto e il Basso Medioevo, infatti, il vino per la messa era consumato non solo da chi officiava il rito, ma anche dai fedeli. Per poter quindi officiare le messe, nel 1078 circa il Vescovo di Lucca ordinò di piantare alcune viti nella Corte del feudo di Usigliano. Da quel momento la produzione di vini pregiati crebbe esponenzialmente, consentendo al piccolo feudo di conquistare l'autonomia intorno al 1083.

Usiglian del Vescovo

Oggi l'importante ricorrenza continua ad essere omaggiata e ricordata grazie alla produzione di questo rosso elegante e ricco di personalità, prodotto con uve Petit Verdot, in un terroir unico, perfetto per la coltivazione di vitigni d’eccellenza.

Usiglian del Vescovo

Il microclima dolce e temperato, i terreni gentili, custodi di antichi fondali oceanici, i profumi e i sapori del vicino Mar Tirreno, rendono infatti i vini di Usiglian del Vescovo unici nel loro genere, caratterizzati da una sapidità e una freschezza riconoscibili e inconfondibili.

Usiglian del Vescovo

Durante il processo di lavorazione, le uve Petit Verdot raccolte a mano sono inserite in bins da 200 kg e trasportate in cantina, dove vengono diraspate, selezionate attraverso un tappeto di cernita vibrante e infine pigiate. Segue poi la fermentazione alcolica che avviene all’interno di tini troncoconici in rovere, con una macerazione di 15-20 giorni, a seconda dell’annata, con frequenti rimontaggi. La fermentazione malolattica viene svolta in serbatoi di cemento. Il vino viene quindi lasciato affinare in tonneaux nuovi per  una durata di 24 mesi. L'affinamento finale in bottiglia dura circa 18 mesi, per una produzione complessiva di 2.600 bottiglie per annata.

Usiglian del Vescovo

MilleEottantatre è un vino dal colore rosso profondo con sfumature violacee. Al naso si presenta molto intenso, balsamico e complesso, con note di mora e mirtillo. L'affinamento è responsabile delle note terziarie di caffè, cioccolato e spezie. In bocca ha un ingresso caldo e avvolgente con una imponente struttura tannica, mentre il finale risulta molto persistente con una piacevole fruttuosità.

Vino da meditazione, si abbina perfettamente con formaggi a pasta dura, sughi di cacciagione, carni rosse in umido, selvaggina al tegame, cinghiale in salmì.