Montréal En Lumiere ospita la cucina stellata piemontese

Si terrà dal 23 febbraio al 12 marzo in Canada la diciottesima edizione di Montréal En Lumiere, uno dei festival invernali più importanti del Nord America, con oltre un milione e quattrocentomila visitatori ogni anno.

Il programma dedicato alla cucina è uno dei fiori all’occhiello alla manifestazione, nonché un punto d’incontro di alto livello tra chef chiamati da tutto il mondo e i migliori resident chef: l’obiettivo è una ricca offerta di gusto dalle sfumature straordinarie.

chef giovanni grasso la credenza

Unico ambasciatore dell’eccellenza italiana sarà lo chef Giovanni Grasso del ristorante stellato La Credenza di San Maurizio Canavese, ospite del ristorante Graziella di Montréal il 23 e il 24 febbraio. A coordinare la partecipazione degli chef ospiti è la rete internazionale Città Gastronomiche Délice, un network di ventidue città del buon cibo sparse in quattro continenti, di cui fa parte anche la città di Torino.

ristorante la credenza montréal en lumiere

I sapori della cucina piemontese approderanno dunque sulle tavole del Canada con un menù pensato appositamente dallo chef Giovanni Grasso, in perfetto equilibrio tra piatti nobili della corte sabauda e sapori semplici della storia contadina. Ad affiancare la proposta gastronomica pensata per Montréal En Lumiere saranno i vini dell’azienda vitivinicola Pelissero, che in occasione delle due serate saranno raccontate agli astanti direttamente dal produttore, Giorgio Pelissero.

ristorante la credenza montréal en lumiere tonno di coniglio

Il menù si aprirà con il tonno di coniglio, un piatto povero tipico piemontese, servito come antipasto con la giardiniera di verdure e una spolverata di caffè. La particolarità di questo piatto è nella sua essenza e nella sua storia: è chiamato tonno, ma si tratta di carne, probabilmente utilizzata come stratagemma dei frati di un convento di Avigliana per aggirare i divieti imposti dal digiuno della Quaresima.

ristorante la credenza montréal en lumiere battuta di fassone

La proposta dello chef Grasso prosegue con la Battuta di fassone, nota come l’oro rosso del Piemonte in quanto carne con notevoli caratteristiche nutrizionali, abbinata alla salsa tonnata e alla crema di parmigiano. Il menù cede poi il passo al risotto con i peperoni e al guanciale di vitello, accompagnato da verza croccante e purè di carote.

ristorante la credenza montréal en lumiere

A chiudere, la deliziosa mousse al cioccolato e pere pensata e realizzata da Chiara Patracchini, Maître pâtissière del ristorante La Credenza. Una sinfonia di sapori che sarà preparata insieme alla padrona di casa, la chef Graziella Battista, assecondando l’autentico spirito degli Chef Pairing per offrire a Montréal uno sguardo sull’eccellenza della cucina piemontese.