Nuove aperture: il ristorante Lume a Milano

Nella ex fabbrica Richard Ginori a Milano, dove l’archeologia industriale domina suggestioni e ispirazioni, sorge il ristorante Lume, di recente inaugurazione,  guidato dallo chef stellato Luigi Taglienti. Parte di W37, realtà polifunzionale gestita da MB America con un approccio olistico, il ristorante Lume nasce dalla volontà di Emanuela Verlicchi Marazzi, imprenditrice e Presidente della Fondazione Filippo Marazzi.

ristorante lume chef luigi taglienti

La proposta consiste in una cucina di ricerca che coniuga con armonia e consapevolezza la conoscenza del classico e contemporaneità, con un forte legame al territorio e costante ricerca sulla materia prima. «Riparto da me e la cucina avrà una solida base ancorata alla tecnica, all’esperienza e alla mia storia professionale», racconta lo chef Luigi Taglienti. «Una cucina chiaramente leggibile,che possa parlare anche a una clientela straniera abituata ad alti standard di ristorazione, ma che al tempo stesso ricerca la grammatica e gli archetipi della cucina italiana».

ristorante lume

Tre sono i menù disponibili: uno alla carta e due di degustazione, che esaltano sia un gusto più tradizionale di influenza meneghina, sia un concetto più sperimentale. La proposta culinaria segue i cicli della natura, le minime variazioni stagionali, parla di microclimi e racconta piccole esperienze artigianali e agricole, quasi individuali. Questo si traduce in ricette sempre diverse che cambiano in accordo con quanto di meglio la natura offre. Grandi etichette e piccoli produttori costituiscono la carta dei vini, caratterizzata da un’attenta ricerca legata ai vari territori e ai prodotti di punta.

ristorante lume

ristorante lume

Per ciò che riguarda il progetto, il ristorante Lume è opera dell’architetto Monica Melotti: la cucina è l’elemento centrale di grande impatto, racchiusa in un cubo di vetro rivestito di decori ricamati. Gli ospiti possono così essere partecipi di ciò che succede dietro le quinte della preparazione dei piatti.

ristorante lume

Il ristorante conta 40 coperti e si sviluppa su due sale, di cui un’area può essere riservata come spazio privato per dodici ospiti. Primario il ruolo della luce, esaltato dalle ampie vetrate con affaccio sul giardino interno e dai toni del bianco che dominano gli spazi interni, creando un’atmosfera intima, calda e accogliente. Grande attenzione anche al servizio: dal concierge al valet parking, dal transfer privato da e per il ristorante alla possibilità di pernottamento nella struttura.