Il Panettone di Panzera: qualità artigianale dolce e salata

La ricetta di riferimento è sempre quella del 1910, tratta dal ricettario di  Ampelio Panzera, rigorosamente fedele alla tradizione meneghina: il Panettone di Panzera è milanese doc da ben quattro generazioni.

Panettone di Panzera

Ad oggi Lorenzo Panzera porta avanti con passione l’autentica ricetta del panettone impiegata dal bisnonno, coniugando il rispetto per le tradizioni con un’attenzione alla contemporaneità, tratto distintivo della filosofia adottata dalle pasticcerie Panzera, ambienti accoglienti dal design moderno, dove l’arte dolciaria si respira nell’aria.

Panettone di PanzeraA Natale il profumo diventa quello del panettone autentico, artigianale, realizzato con ingredienti semplici e genuini, materie prime di qualità unite a una sapiente lavorazione che avviene all’interno del laboratorio Panzera.

Panettone Panzera

Farina, uova, zucchero, burro, lievito madre, uvetta e canditi: ecco i semplici ingredienti, accuratamente selezionati, impastati con le macchine impastatrici Artofex originali. L’impasto, lavorato abilmente, viene poi lasciato a lievitare naturalmente per 30 ore, con il risultato di un panettone morbido e fragrante, delicatamente profumato all'arancia, grazie alla presenza dei canditi, di grandezza maggiore rispetto a quanto richiede il disciplinare, in grado di conferire al prodotto un profumo agrumato inebriante e appetitoso.

Panettone Panzera

«Per apprezzarlo pienamente - consiglia Lorenzo Panzera - il panettone va mangiato fresco o freschissimo. È per questo motivo che il panettone per il giorno di Natale va preparato al massimo una ventina di giorni prima, per chi lo preferisce un po’ riposato, oppure 3-4 giorni prima se invece piace sentirne l'umidità».

Panettone Panzera

Oltre al panettone tradizionale, Panzera propone anche la golosa versione ai Marrons Glacés, pensata per chi non ama i canditi ma non vuole rinunciare alla soffice consistenza del lievitato meneghino, ma anche panettoni al cioccolato, alle creme e decorati, e, verso fine dicembre, la Veneziana, il dolce del Capodanno della tradizione milanese.

Panettone di Panzera

Panettone di Panzera

Ampio spazio è dato poi alle declinazioni salate del lievitato: il Panettone di Panzera, infatti, è proposto anche in gustose varianti gourmand, chiamate, in onore della prima sede della Pasticceria Panzera alla Stazione Centrale, con i nomi di celebri treni: Pendolino, Cassini e Mascagni.

Realizzato con tre tipi di farcitura, ai salumi, misto salumi/pesce e al pesce, il morbido e goloso panettone salato è preparato impiegando diverse farine: gialla, al nero di seppia e ai cinque cereali.

 Photo Credits: Panzera Milano