Pitti Taste 2018: a Firenze il Salone del Gusto

Ai nastri di partenza a Firenze Pitti Taste 2018, il Salone di Pitti Immagine dedicato alle eccellenze del gusto, in scena alla Stazione Leopolda dal 10 al 12 marzo.

Pitti Taste 2018

La tredicesima edizione della prestigiosa kermesse si prepara ad accogliere 400 aziende food italiane, una selezione delle migliori realtà del cibo di qualità e dell’enogastronomia contemporanea, pronte a presentare i propri prodotti, comprese le novità di questo inizio anno. Un vero e proprio viaggio attraverso le diversità del gusto, alla scoperta dell'autentico Italian food lifestyle, per un evento divenuto col passare degli anni un vero e proprio punto di riferimento per i professionisti del settore e gli appassionati gourmand, da esplorare seguendo un percorso espositivo ricco e coinvolgente che culmina con il Taste Shop, dove è possibile acquistare le prelibatezze gastronomiche in mostra.

Pitti Taste 2018

Oltre ai prodotti d'eccellenza in esposizione agli stand, ampio spazio sarà dato anche all'oggettistica di food & kitchen design, capi d'abbigliamento e attrezzature tecniche da cucina, mentre sul versante approfondimento l'attenzione sarà come sempre puntata sui temi forti della cultura culinaria contemporanea, con eventi, presentazioni, talk e dibattiti.

Pitti Taste 2018

«Taste è alla continua ricerca di novità e di sfide. – spiega Agostino Poletto, Direttore generale di Pitti Immagine - Al suo tredicesimo appuntamento registra ancora una volta un incremento nel numero delle aziende, con numerosissime richieste di partecipazione da tutta Italia, per offrire a ogni edizione nuovi prodotti, nuove curiosità, nuove storie al suo pubblico di buyer internazionali e di appassionati. Una crescita che mantiene però ben dosati gli ingredienti della qualità e della selezione, che punta a un equilibrio tra le diverse tipologie di prodotto e le anime del salone, da sempre un punto fermo della manifestazione. E poi ancora nuove sfide nel trovare i temi e i trend forti del food contemporaneo. Perché lo spirito di Taste è anche questo: aggiungere sempre nuove sfaccettature agli stili di vita contemporanei».

Fil rouge di Pitti Taste 2018 è anche quest'anno un tema forte, più che mai attuale, il Foraging, fonte d'ispirazione per l’allestimento e l’atmosfera del salone: cercare, riconoscere, raccogliere e cucinare con le piante selvatiche, rappresenta infatti un trend squisitamente contemporaneo, al centro del dibattito culinario.

Pitti Taste 2018

Alghe, erbe, arbusti, licheni, semi, resine, radici, scelti nel rispetto dell’ambiente e della sicurezza personale saranno tra i protagonisti, tra i tanti eventi dedicati, di Taste Ring , l'arena cultural-gastronomica della kermesse ospitata nel foyer del Teatro dell'Opera di Firenze e moderata dal Gastronauta Davide Paolini , durante il quale si approfondirà la conoscenza del cibo selvatico e le sue potenzialità in cucina, con l'ausilio della forager & chef Valeria Mosca.

Menzione speciale poi per un altro importante Ring dedicato a un grande maestro della cucina italiana: "Gualtiero Marchesi: l'arte del cibo", omaggio al celebre cuoco a pochi mesi dalla sua scomparsa.

Pitti Taste 2018

Da segnalare, infine, l'atteso appuntamento con FuoriDiTaste, il programma off di Pitti Taste, l'evento nell'evento in grado di coinvolgere l'intera città di Firenze con cene, degustazioni a tema, installazioni, spettacoli, performance, talk e nuovi modi conviviali di interpretare il food.

www.pittimmagine.com