Alla scoperta della Polenta del Garda Bresciano

Profumo di autunno a Desenzano del Garda, dove spiccano i sapori autentici e genuini della polenta del Garda Bresciano, piatto povero caratteristico della cucina locale: il 14 dicembre al ristorante Desenzanino in scena una serata degustazione tutta dedicata al prezioso alimento, abbinato per l'occasione ai vini della Cantina Noventa di Botticino.

Un tempo scelta per la sua natura economica e oggi riscoperta per i suoi effetti benefici, la polenta aiuta infatti a eliminare il grasso dal sangue, a tonificare il fegato, regolando la glicemia e contribuendo alla rigenerazione dei muscoli.

polenta

È preparata con farina di mais o di grano saraceno (nella versione Taragna) con acqua e sale, e, nella cucina moderna, si sposa perfettamente con gustosi piatti, quali ragù, brasati, spezzatini, arrosti, spiedo, grigliate, salsicce, ma si abbina bene anche ai formaggi, come il gorgonzola, la ricotta col miele o la mostarda, i legumi e i semi, rivelando la sua natura di piatto completo e nutriente.

polenta

Tra le qualità più pregiate spicca la polenta del Garda Bresciana, la protagonista dell'evento, preparata con farina De.Co. (Denominazione comunale d’origine) del Mulino di Bedizzole, al centro di un appetitoso menu composto da golose varianti dell'alimento, quali la Taragna, o la versione integrale abbinata al Goulash, per concludere con una dolce frolla al profumo di cannella. Portate genuine accostate ai rossi dell’azienda Noventa, nati da bioviticoltura tra Botticino e la Valverde.

polenta

Ricetta della polenta tipica del Garda bresciano

Per circa 5 persone occorrono 500 g di farina della Polenta tipica del Garda bresciano, due litri abbondanti di acqua e due cucchiai di sale grosso e, a piacere, un cucchiaio di olio extravergine di oliva. Versare la farina a pioggia, agitandola bene con la frusta, quindi cuocere a fuoco moderato per 60 minuti, mescolando di tanto in tanto. L’acqua va calibrata in base alla consistenza della polenta desiderata e al metodo di cottura: se si mescola a mano basteranno due litri, mentre se si usa il paiolo elettrico conviene abbondare a 2,5 l.