Riedel Veritas: a misura di vino

Una collezione di calici a misura di vino, concepiti con cura e precisione per degustare nettari provenienti da vitigni differenti: Riedel Veritas, la storica linea di calici del brand austriaco, simbolo della lunga e prestigiosa tradizione artigianale dell’azienda.

Riedel Veritas

Da oltre 260 anni leader nella produzione di vetro e cristallo, la filosofia produttiva di Riedel si ispira alle tecniche di lavorazione a mano dei maestri vetrai veneziani, coniugata a una tecnologia innovativa di soffiaggio a macchina impiegata per dare forma al bevante, realizzato in Veritas in tredici forme diverse per gustare i vini di sei vitigni, contemplando inoltre nella collezione un calice specifico per lo champagne e la birra.

Riedel Veritas

Chardonnay, Cabernet/Merlot, Sauvignon Blanc, Riesling, Viognier, Pinot Nero e Syrah, questi ultimi due per tipo a loro volta distinti in base alle caratteristiche dei rispettivi vitigni del Vecchio e del Nuovo Mondo, Champagne, Moscato, Distillati e Birra: ogni bevante si configura come un vero e proprio strumento di precisione per la degustazione del vino, messi a punto grazie all’esperienza maturata da Riedel nell’arco di tre generazioni.

Riedel Veritas

In perfetta coerenza con il detto ”In Vino Veritas”, le coppe dei bicchieri sono modellate sulla base del DNA delle varietà d’uva, che differiscono l’una dall’altra per lo spessore e il colore delle bucce degli acini, per la quantità di tannini, il contenuto di zuccheri, l'intensità dell’acidità e della mineralità.

Riedel Veritas

I calici, più alti del 15% rispetto alla collezione Vinum (la prima linea Riedel realizzata a macchina e lanciata nel 1986), più leggeri e sottili del 25%, ma al tempo stesso resistenti al lavaggio in lavastoviglie, alle rotture e adatti a un impiego quotidiano e domestico, rappresentano uno splendido esempio di vetro soffiato a macchina di soprendente sottigliezza e leggerezza.

Riedel Veritas

«Riedel Veritas combina il fascino del bicchiere lavorato a mano alla sistematica accuratezza che solo un bicchiere prodotto a macchina può garantire», così Georg Riedel, maestro vetraio di 10ª generazione, descrive la sua creazione.

Riedel Veritas

Tra i pezzi più raffinati della collezione, il calice Champagne, messo a punto da Riedel come antitesi al convenzionale flûte. «La scelta del nome, Calice Champagne, non è assolutamente casuale - dichiara Maximilian Riedel - è anzi appositamente studiata. Lo Champagne è un vino e come tale deve essere trattato. Che sia un Blanc de Blanc o un Cuvée, il bicchiere Champagne permette agli aromi di questo pregiato vino di svilupparsi pienamente. Il bordo, dal diametro più largo, fa sì che lo splendido profumo dello Champagne venga sprigionato, risultato impossibile da ottenere con la stretta flûte. Il design del nuovo bicchiere presenta infine un punto particolare, lo ‘sparkling point’, necessario per esaltare al massimo l’effervescenza, componente fondamentale nell’esperienza gustativa dello Champagne».

Riedel Veritas

Riedel Veritas

Tra gli ultimi accessori aggiunti alla linea, i calici birra e distillati, studiati e realizzati in seguito a test e degustazioni specifiche: la linea sinuosa e bombata del calice deputato alla birra veste di nuova dignità la spumosa bevanda, mentre il bicchiere per distillati, dal lungo stelo, presenta il bevante nella classica forma a tulipano, in una elegante e raffinata versione.