Salone del Mobile Milano 2018: presentato il primo manifesto

In vista del prossimo Salone del Mobile Milano 2018, di scena a Fiera Milano Rho dal 17 al 22 aprile, la 57ma edizione si preannuncia come un nuovo punto di partenza, orientato rafforzare i valori già intrinsechi di qualità, innovazione e creatività della kermesse e suggellato per la prima volta dalla stesura del primo manifesto del Salone del Mobile, presentato in conferenza stampa dagli organizzatori presso l'Aula Magna dell'Università Bocconi.

Salone del Mobile Milano 2018

La città al centro diventa il fulcro del nuovo manifesto, tradotto in un vero e proprio atto di affetto nei confronti di Milano e di un evento diventato punto di riferimento imprescindibile per il mondo del design, ma in primo luogo una dichiarazione di intenti che getta le basi di un nuovo modo di pensare, fare sistema e progetto.

Salone del Mobile Milano 2018

«Il successo del Salone del Mobile risiede nell’instancabile rete industriale alla sua base: un sistema produttivo nato dall’incontro tra imprenditori di piccole e grandi aziende da un lato, designer e architetti dall’altro, che insieme lavorano per creare e mostrare l’eccellenza. Oggi, però, per vincere la sfida globale, dobbiamo fare ancora di più: dobbiamo puntare sull’innovazione e sulla qualità sostenibile, sulla capacità di fare sistema e cultura, sulla volontà di condividere informazioni e valorizzare le nuove generazioni. - afferma Claudio Luti, Presidente del Salone del Mobile - Per questo, anche il Salone continua a rinnovarsi e a consolidare il suo legame con Milano. Il primo Manifesto è un impegno a fare sempre meglio e un invito a Milano, la città al centro di tutto, da dove è partito tutto, a fare rete, a crescere insieme, per moltiplicare la forza centripeta e attrattiva del Salone e consolidare la città in quel place to be irrinunciabile per i grandi brand, i loro progetti, le loro risorse umane ed economiche».

Salone del Mobile Milano 2018

Un processo di rinnovamento per consolidare l'immagine e il ruolo di leadership del capoluogo meneghino nel mondo: questo l'obiettivo espresso dal Manifesto del Salone del Mobile Milano 2018, attraverso il rafforzamento di concetti squisitamente attuali e contemporanei quali Emozione, Impresa, Qualità, Progetto, Sistema, Giovani, Cultura, Comunicazione, Milano al centro: queste le parole chiave del Manifesto, orientate all'elaborazione di un design e un'architettura in linea con le esigenze di una società in continua evoluzione.

Salone del Mobile Milano 2018

«Lo spirito che vuole guidare questa edizione del Salone del Mobile è una rinnovata idea di sistema – spiega Emanuele Orsini, Presidente Federlegno Arredo Eventi - in perfetta armonia con la migliore tradizione milanese che unisce impresa e ricerca stilistica, industria ed estetica, e che ogni anno ad aprile la consacra capitale internazionale del design. Una storia che inizia nel 1961, quando una piccola schiera di mobilieri sotto l’egida di FederlegnoArredo decide di dare vita a una fiera senza equivoci né confusioni. Da allora Milano e il suo Salone hanno finito in fretta per somigliarsi, e insieme rappresentare il più recente fenomeno continuativo della storia italiana. La forza della manifestazione, la solidità della Federazione, la vitalità e la creatività delle imprese sono gli ingredienti di un evento ineguagliabile che, oltre a far crescere le nostre aziende, rappresenta uno dei momenti più importanti dello sviluppo del Sistema Italia nel suo complesso. L’Italia è il Paese che più contribuisce all’export di arredo dell’Europa verso il resto del mondo. Il nostro orizzonte è l’internazionalizzazione su una forte base nazionale. E, nella sua arte di progettare mondi, l’arredo-design italiano ha in mano carte importanti per disegnare gli scenari del futuro».

Salone del Mobile Milano 2018

Tante le iniziative rivolte ad esaltare il legame della kermesse con Milano, a partire dalla grande mostra-installazione “Living Nature. La Natura dell’Abitare”, ideata dallo studio internazionale di design e innovazione Carlo Ratti Associati, in scena dal 17 al 29 aprile a piazza Duomo, davanti a Palazzo Reale.

Salone del Mobile Milano 2018

Il rapporto tra la natura e l'abitare sarà esplorato suggerendo spunti di progettualità green per l'interior design delle abitazioni: in un unico ambiente di 500 mq, concepito con criteri di risparmio energetico, verranno racchiusi quattro microcosmi naturali e climatici che permetteranno alle quattro stagioni dell’anno di coesistere nello stesso momento, l’una accanto all’altra. I visitatori potranno immergersi nella natura e viverne i cambiamenti attraversando le quattro aree – Inverno, Primavera, Estate e Autunno – impreziosite da suggestioni familiari e domestiche.

Salone del Mobile Milano 2018

Nel cuore della fiera, invece, il Salone del Mobile Milano 2018 ospiterà in uno spazio espositivo di oltre 205.000 mq più di 2.000 espositori, di cui il 22% di aziende estere e 650 designer del SaloneSatellite, il progetto, giunto alla 21ma edizione, dedicato alla promozione e valorizzazione dei giovani designer under 35.

Salone del Mobile Milano 2018

Cinque kermesse si svolgeranno in contemporanea: il Salone Internazionale del Mobile e il Salone Internazionale del Complemento d’Arredo, suddivisi nelle tipologie stilistiche “Classico: Tradizione nel Futuro”, “Design” e “xLux”, EuroCucina, con il suo evento collaterale FTK (Technology For the Kitchen), il Salone Internazionale del Bagno, e il già citato SaloneSatellite.

Salone del Mobile Milano 2018

Eurocucina 2018, in particolare, con la sua rassegna FTK, conferma anche stavolta grandi numeri, con 111 espositori distribuiti su un’area pari a 21.800 metri quadrati, contraddistinti da un'elevata qualità dei prodotti offerti per l'ambiente cucina, visto sempre più come spazio fluido, votato alla convivialità e alla socializzazione, aperto al living, da arredare con soluzioni efficienti, intelligenti e modulari.

Completa, infine, il ricco programma della kermesse la terza edizione del Salone del Mobile.Milano Award, in scena venerdì 20 aprile a Palazzo Marino, con la premiazione di aziende e designer che si distinguono per idee, creatività, innovazione e tecnologia.

Photo Credits: Andrea Mariani, Alessandro Russotti, Diego Ravier, Luca Fiammenghi, Saverio Lombardi Vallauri.