Terra Rossa: il nuovo ristorante nel cuore delle Alpi piemontesi

Un nuovo angolo del gusto incastonato tra le montagne del Piemonte, nel cuore delle Alpi Lepontine: il prossimo weekend inaugura il ristorante Terra Rossa, a San Domenico di Varzo, in provincia di Verbania.

Ristorante Terra Rossa

Situato all'interno del nuovo Hotel La Vetta, format del brand italiano MIRA Hotels & Resort, Terra Rossa nasce con l'obiettivo di offrire una cucina gustosa e raffinata, fondata sul rispetto delle materie prime e della tradizione culinaria piemontese.

Ristorante Terra Rossa

Ai fornelli lo chef Marco Capra racconta in chiave moderna, ma senza incorrere in estremismi, l'eccellenza enogastronomica locale con piatti in grado di incarnare il forte legame con il territorio, alla scoperta di emozioni perdute, ma con un tocco di innovazione e creatività.

140 coperti per un ambiente dal design moderno, pervaso da un'atmosfera accogliente e calda, dove il legno domina come materiale, accostato alle tonalità neutre degli arredi, un luogo concepito per godere del piacere di stare a tavola.

Ristorante Terra Rossa

Tra le offerte esclusive di Terra Rossa, un raffinato menù degustazione dedicato agli Champagne Barons de Rothschild, da assaggiare in anteprima alla serata inaugurale dell'8 dicembre e in occasione della Cena di Gala di venerdì 14 dicembre, alla presenza del barone Philippe Sereys de Rothschild, presidente della celebre Maison.

Distribuito in Italia da F.lli Francoli, storica distilleria piemontese fondata nel 1951, lo Champagne Barons de Rothschild è presente solo nelle location più esclusive.

Ristorante Terra Rossa

Il nome Rothschild, infatti, è da secoli sinonimo di eccellenza in vari campi, in particolare nel mondo del vino. I tre rami della famiglia hanno unito i loro talenti e il loro know-how e fedeli al loro motto, "Concordia – Industria – Integritas", hanno creato un’eccellenza nel mondo delle bollicine, realizzata seguendo gli standard più elevati, applicati rigorosamente in ogni fase del processo di vinificazione, all’insegna del più assoluto rispetto delle tradizioni, e prevede una maggioranza di uve Chardonnay, vitigno raro e costoso che occupa solo il 30% della superficie coltivata in Champagne, espressione di massima eleganza e finezza. L’invecchiamento eccezionale dei nettari, la raffinatezza dei loro assemblage dei migliori cru nella Côte des Blancs e della Montagne de Reims, permette la piena incarnazione dello stile sofisticato e audace della Maison.