Wine and Siena 2018: capolavori di gusto

Oltre 500 vini da degustare circondati dalla bellezza dei palazzi storici senesi, nelle stanze della sede della Banca Monte dei Paschi di Siena e del Grand Hotel Continental, oppure nella storica sede del Palazzo Pubblico, ammirando la Maestà di Simone Martini: torna nella città toscana la terza edizione di Wine and Siena, di scena dal 27 al 28 gennaio.

Wine and Siena 2018

Oltre 150 produttori si daranno appuntamento nelle location più prestigiose della più medievale delle città italiane, in un evento diffuso all’insegna del gusto e dell’eccellenza enologica e culinaria, firmato dagli ideatori del Merano WineFestival.

Wine and Siena 2018

Tra i protagonisti, i prodotti vincitori del WineHunter Award, il premio di qualità certificata assegnato dalla commissione d’assaggio The WineHunter, i  migliori artigiani del gusto e produttori italiani, per una due giorni all’insegna dell’assoluta qualità, garantendo una selezione accurata dei prodotti presenti.

Wine and Siena 2018

Ad accompagnare le degustazioni masterclasses, showcooking, convegni con l’Università di Siena e momenti di approfondimento legati al tema Food & Wine, come il seminario d’apertura “Wine Job, i professionisti al servizio delle eccellenze del territorio” o il convegno “Wine Identity. Il valore della sostenibilità”.

Wine and Siena 2018

Tra le novità di quest’anno la partecipazione di ANAG Assaggiatori nazionali grappa, AICO Associazione Italiana Classe Optimist, UDB Unione Degustatori Birre, FISAR Federazione Italiana Sommelier Albergatori e Ristoratori, AIS Associazione Italiana Sommelier, ONAF Organizzazione Nazionale degli Assaggiatori di Formaggio.

Wine and Siena 2018

«Wine&Siena vuole continuare a promuovere e valorizzare l’alta qualità della produzione italiana e da oramai tre anni sta diventando un appuntamento immancabile per addetti al settore e appassionati” – dice Helmuth Köcher The WineHunter e ideatore dell’evento insieme a Andrea Vanni, promotore dell’iniziativa e Stefano Bernardini, presidente Confcommercio Siena – Tutto questo nello storico contesto della città di Siena, baricentro della realizzazione vitivinicola toscana. Continuiamo a scegliere e credere nella Toscana, la città di Siena in particolare, perché questa realtà storicamente e territorialmente è la vera capitale italiana del vino e la Toscana la regione più vocata d’Europa alla produzione vitivinicola d’eccellenza con le sue cinque microzone DOCG».