Birre di tutti i colori

Birre di tutti i colori

“La sperimentazione è una costante nel mio lavoro.Si dice che tutto è inventato e lottano ogni giorno per andare contro ” – Txaber

Bionda, rossa o scura: le possibili tonalità di una birra sono decine, tanto da poter essere elencate ispirandosi alla nota guida Pantone.

i colori della birra artigianale

Che cosa determina il colore della birra? Molto semplice: dipende dal malto e dal suo grado di tostatura, nel caso delle birre scure. Per misurare il colore della birra vengono utilizzate tre scale: la Lovibond (°L), la prima scala che viene utilizzata tutt’oggi; la SRM (Standard Reference Method), utilizzata perlopiù negli Usa; EBC (European Brewing Convention) utilizzata in Europa. La scala SRM indica quanta luce con una intensità regolata a 430 nm riesce a passare attraverso un centimetro di birra all’interno di un fotometro. Visto che il calcolo matematico del colore è assai complicato, si può trovare on-line un convertitore che consente di calcolare il colore di una birra conoscendone i valori delle scale Lovibond, SRM, EBC.

Un curioso progetto arriva dalla Spagna e si propone di unire il mondo pantone e il mondo delle birre agendo sul packaging. L’agenzia spagnola Txaber ha infatti proposto un progetto creativo che unisce ogni birra ad un packaging in base al colore.

i colori della birra

 

Il designer spagnolo Txaber è riuscito non solo a semplificare, ma anche di trasformare bottiglia di solito assai riconoscibile dalla sua classica etichetta come prodotto standardizzato. Utilizzando il sistema oh così famoso e amato codifica a colori Pantone, Txaber ha abbinato la tonalità di ogni birra con un numero di Pantone assegnato. Così, per esempio, Pale Ale con 604 C e Imperial Stout con 426 C.

i colori della birra

Facendo esattamente così, ogni lattina o bottiglia, diventa un indicatore di quello che c’è dentro. E, se accatastati in fila, o su uno scaffale, queste lattine e bottiglie diventano una composizione vivace ed animata: basta immaginarle in un supermercato. Ad esempio la Golden Ale, notoriamente dal colore chiaro, corrisponde a Pantone 1595 C mentre le Stout,, essendo scure, fanno coppia con il numero 4975 C.

Da un altro paese latino, questa volta nel continente d’oltreoceano, arriva Beertone, il catalogo “cromatico” delle birre firmato da Alexander Michelbach e Daniele Eugster: che studiando, volume dell’alcol e caratteristiche di oltre 200 birre svizzere, hanno creato un piccolo booklet per i veri appassionati di birra. Beertone è una guida di riferimento rapido con 202 birre artigianali brasiliane, ordinate secondo la loro tonalità di colore, dalla più leggera alla più scura. Il progetto unisce due grandi passioni: la birra e il colore.  Su ogni pagina si trova una birra diversa, con informazioni sul prodotto, contenuto alcolico, stile di birra, temperatura ideale, e altro ancora.

birre artigianali

Il progetto è nato su Kickstarter e in breve ha trovato il riscontro di amanti del design e della bevanda alcolica. Beertone si presenta come una vera e propria guida per birre in ordine di colore; in ogni scheda viene segnalato precisamente l’aspetto cromatico, la presenza di alcol, nome, bottiglia e caratteristiche. Bastano circa 45 euro e si può acquistare il prodotto sul sito di Beertone.

Approdiamo infine in Italia con un originale e elegante progetto che esalta colore e packaging: a 32, Via dei Birrai, un birrificio artigianale situato a Pederobba in provincia di Treviso.

birre artigianali

 

Il numero 32 sta alla classificazione internazionale di Nizza (si tratta di un elenco che descrive la natura di prodotti e servizi in termini generali, allo scopo di classificare i marchi registrati in maniera univocamente riconosciuta ed accettata a livello internazionale. Attualmente siamo alla 10ª edizione della classificazione. È composta da 34 classi di prodotti e 11 classi di servizi. La classificazione è stata definita nel 1957 dall’organizzazione World Intellectual Property Organization – WIPO). L’azienda si è concentrata sulla decontestualizzazione del concetto di birra fine a se stessa, ponendo attenzione non solo alla qualità artigianale ma anche alla veste grafica della bottiglia, alla proposta degli abbinamenti culinari e alla selezione dei luoghi destinati alla vendita.  Bionda, bianca, scura, ambrata o al miele: ogni birra rifermenta in bottiglie di vetro per garantire intensità e varietà di profumi e protezione dai raggi solari. Inoltre, grazie alla miscela di lieviti – attentamente dosati e selezionati – e alle pregiate materie prime, non viene nè filtrata nè pastorizzata per permettere agli aromi di evolversi nel tempo.

 

birre artigianali

32 Via dei Birrai pensa anche all’ecosostenibilità infatti, il 100% dell’energia utilizzata per la produzione deriva da fonti alternative e dall’imballaggio al packaging, ogni materiale risulta riciclabile o riutilizzabile, come i tappi delle bottiglie, che possono essere trasformati in simpatici portachiavi da collezionare.

birre artigianali

 

Mariangela Martellotta

Birre di tutti i colori

Cucine d'Italia consiglia