Estetica dall’anima virtuosa: Experience di Matrix International

Al Salone del Mobile.Milano 2022 le novità Matrix International parlano il linguaggio dell’architettura: sintesi formale raggiunta attraverso l’innovazione tecnologica.

Matrix International si presenta alla prestigiosa kermesse di design, dopo anni di assenza, con la collezione Experience, firmata da Danilo Fedeli, frutto di una ricerca non solo di stile ma di soluzioni nel rispetto dell’ambiente.

Divani componibili, poltrona, madia, tavolo, sedie e tavolini costituiscono un ensemble per le zone living e dining dove, all’idea di arredi coordinabili su una pura base estetica, si sostituisce un percorso progettuale radicale di analisi dell’idea del bello contemporanea con l’obiettivo di evolverla verso le reali esigenze della quotidianità: valori come la durabilità implicita nella qualità più elevata determinano a monte di rivedere il ciclo produttivo e a valle di pensare a una vita virtuosa del prodotto che possa essere disassemblato e riciclato.

L’utilizzo di materiali naturali come il massellino di Rovere o di Noce Canaletto uniti a elementi in estruso di alluminio rappresentano il perfetto equilibrio di un percorso stilistico.

Valorizzando, grazie all’impiego di una tecnologia d’avanguardia per la sua lavorazione, un materiale come il legno utilizzato nella sua forma primordiale a tutto spessore, Matrix International pensa a un futuro di sostanza e concretezza. La stessa concretezza con cui, dall’estruso di alluminio prendono forma i supporti dei vari arredi che quindi risultano parlare un unico linguaggio.

La forma rigorosa, geometrica dell’elemento portante diventa il tratto riconoscibile della collezione. Considerato lo spazio come un tutt’uno intorno all’uomo che in esso vive, Experience ha molte possibilità di personalizzazione anche attraverso i giochi cromatici.

La sensibilità progettuale del designer ha conquistato e orientato la produzione di Matrix International, generando una linea di arredi tecnicamente evoluta e con un’identità tale da poter dialogare col mondo dell’architettura.

La madia Just, in particolare, gioca con i volumi, tra aggiunte e sottrazioni, accentuandoli con accostamenti materici tra legno naturale e colori laccati. Le ante fresate, realizzate in massellino di legno, sono incorniciate da fianchi laccati che ne delimitano il volume con effetto di alzatina perimetrale e il trucco tecnologico del montaggio con un sistema a calamita. Gli elementi contenitivi poggiano su una struttura in metallo verniciata a colore.

www.matrixinternational.it

Estetica dall’anima virtuosa: Experience di Matrix International

Cucine d'Italia consiglia