Crème brûlée di porri, asparagi, luppolo, erbe e fiori

Una ricetta colorata e gustosa, dai sapori delicati e invitanti, declinati in una elegante presentazione: Crème brûlée di porri, asparagi, luppolo, erbe e fiori dello chef 1 stella Michelin Antonio Ziantoni di Zia Restaurant di Roma.

Ingredienti

Per la crema di porri

Porri: 100 g
Brodo vegetale: 100 g
Olio: q.b.
Aglio: q.b.
Timo: q.b.
Pepe: q.b.
Sale: q.b.

Per la crème brûlée

Crema di porri: 50 g
Panna liquida: 250 g
Latte: 75 g
Zucchero: 40 g
Sale: 3 g
Tuorli: 4
Pepe: q.b.
Vaniglia in bacca: q.b.
Zucchero di canna: q.b.

Per l’insalata di erbe selvatiche

Asparagi selvatici: q.b.
Luppoli: q.b.
Crescione: q.b.
Artemisia: q.b.
Borragine: q.b.
Geranio: q.b.
Centocchio: q.b.
Bardana: q.b.

Procedimento

Per la crema di porri

Tagliare grossolanamente i porri, far soffriggere dell’olio, uno spicchio d’aglio e timo. Aggiungere i porri e sfumare con brodo vegetale o acqua. Cuocere per 30 minuti e poi frullare con un mixer.

Per la crème brûlée

Versare il latte e la panna in un pentolino. Aggiungere la bacca di vaniglia e i semi. Quindi portare dolcemente a bollore. Nel frattempo mettere i tuorli in una ciotola insieme allo zucchero e alla crema di porri. Mescolare con una frusta.

Quando il composto di latte e panna sarà arrivato a bollore, eliminare la vaniglia e versare poco alla volta nella ciotola coi i porri, porri mescolando continuamente per ottenere un composto omogeneo.

Per la cottura

Versare in una cocotte il composto e metterla dentro una teglia da forno con acqua in modo da creare un bagnomaria. Cuocere a 100 gradi per 60 minuti.

Impiattamento

Far raffreddare, tagliare con un coppapasta, spolverare di zucchero di canna e bruciare con un cannello. Adagiare in un piatto e cospargere con le erbe selvatiche e i fiori primaverili.

Crème brûlée di porri, asparagi, luppolo, erbe e fiori

Cucine d'Italia consiglia