Cuoio e porcellana: la teiera di Bernardaud

Cuoio e porcellana: la teiera di Bernardaud

Tra le collezioni da tavola di Bernardaud, azienda francese che fonda la sua produzione sulla porcellana di Limoges, spicca una raffinata teiera realizzata in collaborazione con la maison J.M. Weston. Una collaborazione prestigiosa, dal momento che J.M. Weston è il punto di riferimento delle calzature francesi di lusso da uomo a partire dal 1891.

bernardaud teiera

La particolarità di questa creazione sta nella fusione di un materiale delicato e classico come la porcellana con la modernità senza tempo del cuoio, che caratterizza il manico. Il risultato è una teiera elegante e moderna, in cui il calore del tè è trattenuto dalle proprietà della porcellana utilizzata e non è intaccato al contatto con i differenti tannini.

bernardaud teiera

Il cuoio vegetale, dal colore naturale, resiste all’usura e all’umidità: nel corso del tempo una leggera patina permetterà al manico di assumere nuance ambrate, che evolvono gradualmente a seconda del maggiore o minore utilizzo. Si tratta di un ansa amovibile, realizzato interamente a mano: nella parte interna, compare il marchio a caldo J.M. Weston Paris.

bernardaud teiera

Il savoir-faire tradizionale di J.M. Weston è portato avanti da più di 170 artigiani nell’azienda con sede a Limoges. Il brand, simbolo dell’eleganza in Francia e nel mondo, ha in comune con Bernardaud una lunga storia: quest’ultima, infatti, per oltre 150 anni ha rappresentato le porcellane di Limoges sulla scena francese e internazionale, crescendo di importanza attraverso le sue generazioni.

Oggi Bernardaud porta avanti la consapevolezza acquisita da anni di tecnica manifatturiera, unita però a un approccio moderno, proiettato al futuro e alle nuove esigenze di gusto e di funzionalità. Sempre all’insegna dell’eccellenza.

Cuoio e porcellana: la teiera di Bernardaud

Cucine d'Italia consiglia