HTH – Cucina in movimento

Una collaborazione tra due settori industriali molto diversi ha portato ad un prodotto davvero innovativo. HTH Cucine e LINAK hanno sviluppato una cucina in cui la parte posteriore dei pensili si apre elettricamente, scendendo verso il basso come un menù a tendina: una soluzione davvero utile e interessante per accedere allo spazio interno e per facilitare lo storage, rendendolo più efficace.

2

HTH è stata fondata nel 1966 da due abili artigiani, i fratelli Hans Henning e Tonny Haahr, con lo scopo di migliorare ciò che era stato fatto fino a quel momento nel settore dell’arredo da cucina. Questa filosofia è alla base della produzione di tutte le cucine HTH. Oggi l’azienda impiega oltre 1.200 persone negli stabilimenti produttivi ed un equivalente numero di dipendenti lavora nei punti vendita sparsi in nord Europa.

Linak è invece uno dei maggiori produttori di attuatori elettrici al mondo. Anch’essa fondata in Danimarca nel lontano 1907, giunge al successo solo nel 1976 grazie all’acquisizione dell’azienda a conduzione famigliare, da parte di Bent Jensen. Da allora Linak diviene leader nella produzione di attuatori lineari, utilizzati anche nelle cucine HTH per permettere il movimento ”sali-scendi” dei pensili.

Ad un primo sguardo la cucina appare perfettamente identica a tutte le altre. Poi, azionando un pulsante posto sul pensile, si attiva un meccanismo elettrico che, lentamente, fa scendere il contenitore verso il basso. Il rivestimento e l’allestimento di ciascun vano può essere scelto del cliente: infatti, a seconda di cosa si desideri porre internamente, il vano può presentare ripiani orizzontali e divisori verticali e, per evitare che gli oggetti possano cadere, sono previsti supporti magnetici per i coltelli e selle portabottiglie. Ovviamente azionando una seconda volta il pulsante, il contenitore sale fino a sparire completamente.

3

I frutti della nuova collaborazione di HTH e LINAK sono stati esposti al Danish LIVINGroom, durante la scorsa edizione del Salone del Mobile di Milano. “Grazie alla fiera abbiamo avuto ampia visibilità internazionale ed è stato molto importante per noi partecipare, potendo contare su un prodotto unico e innovativo da presentare. La soluzione a discesa è solo uno dei diversi nuovi prodotti frutto della strategia di innovazione che abbiamo perseguito negli ultimi due anni” spiega Lars Bay-Smidt, CEO di Nobia Danmark e proprietario di HTH Cucine.

Una recente ricerca fatta da ”Voxmeter” enfatizza le priorità di HTH. La ricerca mostra che solo il 4% dei danesi ha come priorità quella di inserire nuovi elementi di design nella propria cucina, mentre il 64% preferisce una cucina pratica e funzionale. Perciò, nell’ideazione di una cucina più ”smart” non si deve necessariamente essere legati al concept di nuove forme di design, ma piuttosto cercare di apportare innovazioni costruttive che rendano le cucine più semplici nell’uso e soprattutto più funzionali.

Il sistema degli elementi sali-scendi è stato integrato fino ad oggi in soluzioni adattate all’uso da parte di persone con disabilità, ma alla HTH Cucine si aspettano che, molto presto, il sistema verrà utilizzato da chiunque. ”É stato fantastico collaborare con LINAK fino ad ora. Quando due grandi aziende danesi riescono a creare soluzioni innovative insieme, si aprono interessanti opportunità per il futuro. Vediamo un grande potenziale in questi progetti e continueremo con altre iniziative” afferma Lars Bay-Smidt. L’obiettivo principale di HTH Cucine è, infatti, di continuare a soddisfare le esigenze dei clienti con prodotti realmente innovativi.

Arch. Paolo Ferrari

HTH – Cucina in movimento

Cucine d'Italia consiglia