La versatile cremosità del Camembert di Normandia

La versatile cremosità del Camembert di Normandia

È una delle delizie tipiche del territorio francese, molto versatile e gustoso in cucina: il Camembert è un formaggio a pasta molle con crosta fiorita bianca, originario della Vallée d’Auges, in Normandia. Fino al 1983, anno in cui conquista il marchio AOC, è stato uno dei prodotti caseari più imitati al mondo.

camembert

Oggi il Camembert di Normandia è prodotto in dieci punti situati nella regione della bassa Normandia, mentre il quello senza denominazione è diffuso in Canada, Svizzera e Stati Uniti. Secondo testimonianze storiche, questo formaggio era noto già dalla fine del XVIII secolo, quando una certa Marie Harel perfezionò l’arte casearia del territorio, introducendo delle variazioni alla tecnica di lavorazione: Napoleone III si trovò ad assaggiare questa nuova delizia e la chiamò Camembert, dal nome del villaggio in cui era prodotto.

camembert

Ottenuto da latte vaccino crudo o pastorizzato, proveniente dalle mucche bianche a chiazze nere tipiche della regione, il Camembert è caratterizzato da un rivestimento di muffa bianca, con piccole striature rosse, che si sviluppa dopo circa due settimane di asciugatura nei locali adibiti. L’interno è giallo, cremoso e burroso: al gusto rivela una leggera sapidità e un sapore fruttato, nel caso delle produzioni artigianali.

camembert

Grazie alla sua facilità di scioglimento, si presta molto alle preparazioni al forno, ma anche alle degustazioni sul pane in abbinamento a marmellate e confetture. Prodotto tutto l’anno, il Camembert ha una stagionatura di 21 giorni ed è facilmente reperibile. Si abbina bene ai vini di Borgogna e ai vini dolci della Turenna, così come al Bordeaux dolce e al Cotes du Rhone.

 

La versatile cremosità del Camembert di Normandia

Cucine d'Italia consiglia