Minus e Rosá: due novità assolute per Abbazia di Novacella

Un vino parzialmente dealcolato con 10,5% di alcol e un classico Lagrein Rosé, sino ad ora mai realizzato da Abbazia di Novacella. Sono le due nuove etichette inserite nella Linea Insolitus, lo spazio riservato alla sperimentazione e all’innovazione.

Il debutto del primo vino parzialmente dealcolato della cantina, ma anche quello del primo rosé ottenuto da uve Lagrein: non si ferma la sperimentazione che Abbazia di Novacella ha deciso di intraprendere all’interno della Linea Insolitus, lo spazio inaugurato nel 2020 per percorrere nuove vie produttive all’insegna sia dell’innovazione che della tradizione.

Una filosofia pienamente presente nelle due ultime novità: Minus 2023, vino parzialmente dealcolato da uve Kerner, e Rosá, Lagrein Rosé.

«Le ultime etichette della Linea Insolitus rappresentano delle assolute novità per Abbazia di Novacella e si posizionano agli estremi opposti dell’innovazione e della tradizione, ma sempre nel solco della sperimentazione – spiega Werner Waldboth, direttore vendite di Abbazia di Novacella. – Minus è il nostro primo vino parzialmente dealcolato, che abbiamo deciso di ottenere utilizzando la varietà Kerner, storica nella Conca di Bressanone. È una nuova tipologia con la quale volevamo confrontarci perché interpreta perfettamente lo spirito innovativo rappresentato dalla Linea Insolitus. Pensiamo possa andare incontro alle esigenze di coloro che cercano vini leggeri, con un ridotto contenuto di alcol, ma che non vogliono rinunciare a qualità e tipicità».

All’estremo opposto, invece, si trova la decisione di introdurre il primo Lagrein Kretzer. «Il Lagrein è un vitigno storico presente nei vigneti dell’Abbazia della Conca di Bolzano sin dal 17° secolo – continua Werner Waldboth. – Era giunto il momento di confrontarci anche con questa versione che fa intimamente parte della tradizione altoatesina: è un vino gastronomico, particolarmente versatile a tavola che pensiamo, anche in questo caso, andare incontro ai consumatori che ricercano sia leggerezza, ma anche finezza ed eleganza».

Il Vino Parzialmente Dealcolato Minus 2023 è ottenuto con uve Kerner allevate nella Conca di Bressanone ad un’altitudine tra i 650 e gli 800 metri. Dopo la fermentazione in acciaio, il contenuto alcolico del vino viene portato dall’iniziale 13,5% a 10,5% attraverso la pratica di cantina dell’osmosi inversa. Successivamente riposa ancora 6 mesi in contenitori di acciaio prima dell’imbottigliamento e la commercializzazione.

Minus mantiene tutte le tipiche caratteristiche del Kerner, a partire dal suo color giallo paglierino e i suoi profumi fruttati di pesca e albicocca, con un retrogusto minerale, ma con una spiccata bevibilità, dovuta al suo ridotto contenuto alcolico, ideale da consumare nelle giornate particolarmente calde dell’estate.

Il Lagrein Rosé Alto Adige DOC 2023 nasce dalle uve di questa classico e autoctono vitigno altoatesino allevato nella Conca di Bolzano ad una altitudine di circa 260 metri. Dopo una delicata macerazione sulle bucce di sole 12 ore, il vino affina per 8 mesi in vasche di acciaio prima dell’imbottigliamento. Un intrigante color corallo, freschezza, una struttura leggera e un’aromaticità delicata che ricorda i piccoli frutti, sono i tratti distintivi di questa storica tipologia di Lagrein, che si va ad affiancare a quelle rosse – il Lagrein della linea Classica e la Riserva della linea Praepositus – già presenti da tempo nell’assortimento di Abbazia di Novacella.

I vini della linea Insolitus, come di consueto, sono prodotti in pochi esemplari: 2600 bottiglie per il Vino Parzialmente Dealcolato Minus 2023 e 2600 per il Lagrein Rosé Alto Adige DOC 2023. Vengono distribuiti esclusivamente nel canale Horeca.

Abbazia di Novacella

Minus e Rosá: due novità assolute per Abbazia di Novacella

Cucine d'Italia consiglia