Regina dell’autunno: la castagna DOP della Tuscia

Immancabile l’appuntamento a Vallerano, piccolo borgo medievale adagiato alle falde orientali del monte Cimino (VT) e patria della castagna, avrà inizio dal 10 ottobre fino al novembre con la XIV edizione della Festa della Castagna organizzata dall’associazione “Amici della Castagna di Vallerano” e guidata dal neopresidente Giovanni Narduzzi. 4 fine settimana all’insegna del gusto, ma anche della cultura e del relax alla scoperta di uno dei luoghi più suggestivi della Tuscia.

Presentazione standard di PowerPoint

Un’atmosfera suggestiva avvolge il paese, le cui stradine rivivono di passati lustri con stendardi con stemmi e sigilli notarili a impreziosire le facciate di dimore di antiche famiglie aristocratiche. Sbandieratori, spettacoli folkloristici e musicali ne rallegrano l’aria ottobrina, mentre i falconieri animano i cieli con l’abilità dei rapaci. Strade invase dai profumi della castagna, da assaporare arrosto o nelle varie pietanze a base del frutto principe dell’autunno, una volta considerato alimento indispensabile nella dieta di ognuno. Crostoni di lardo, cioccolato e castagne, agnolotti con castagne, zuppa di ceci e castagne, arrosto con castagne e funghi e baccalà con castagne e salsa di verdure sono solo alcune delle specialità tradizionali preparate nelle incantevoli cantine di tufo.

CASTAGNA GROTTA LAVNon mancano momenti culturali con convegni e visite guidate in vicoli, vie, piazze, chiese e tra palazzi del centro storico. Nel castanificio di Mastrogregori A. & C. si potranno osservare dal vivo le moderne tecniche di lavorazione della castagna, insignita dalla Comunità Europea già nel 2009 del marchio di DOP.

Momenti ludici si incontrano con enogastronomia, cultura e tradizione. Piacevoli giornate da trascorrere in compagnia alla scoperta di un angolo della Tuscia dove il tempo sembra essersi fermato.

Regina dell’autunno: la castagna DOP della Tuscia

Cucine d'Italia consiglia