Il Moscato che profuma di Sicilia

Un prezioso vino passito, rigorosamente bio, perfetto per arricchire la tavola della feste con la sua elegante dolcezza: dalla Tenuta Baroni dell’azienda Baglio di Pianetto nasce il Ra’is Essenza 2016.

Un vino passito biologico nato da uve Moscato in purezza e prodotto in sole diecimila bottiglie che richiama le radici stesse di Baglio di Pianetto.

L’azienda, con le sue etichette e i suoi 160 ettari di cui 110 già in produzione nei due terroir complementari di Santa Cristina Gela e della Val di Noto, si propone al mercato con una produzione vinicola di alto spessore da sempre improntata alla sostenibilità e alla produzione biologica.

Il Ra’is Essenza 2016, in particolare, è un vino che nasce dalla cura che meritano i momenti speciali. I grappoli vengono raccolti manualmente in cassette in due epoche vendemmiali differenti: la prima, a maturazione delle uve, garantisce una maggiore concentrazione acida; la seconda, dopo aver atteso che i grappoli appassiscano naturalmente sulla pianta, esalta le potenzialità varietali del Moscato e conferisce la sua distintiva dolcezza. Al fine di ottenere un bouquet ricco e variegato, la fermentazione avviene separatamente per le singole raccolte. Dopo la decantazione, che avviene senza aggiunta di coadiuvanti enologici, il vino rimane sur-lies in contenitori di acciaio per un anno per poi trascorrere ancora 12 mesi in barriques di rovere francese di bassa tostatura. Il percorso si completa con l’imbottigliamento e un ulteriore affinamento per almeno due anni.

Il risultato è un vino perfetto per le feste, protagonista dei riti di fine pasto come contrappunto di un panettone artigianale o un più tradizionale buccellato, il tipico dolce natalizio siciliano, la cui ricetta viene tramandata di generazione in generazione, in cui la pasta frolla si arricchisce di fichi secchi, uva passa, mandorle, scorze d’arancia e mandorle. Generoso e avvolgente, il Ra’is è un vino da meditazione che permette di espandere e valorizzare, anche al palato, le occasioni d’incontro, preziose e indimenticabili, umane, sociali e familiari.

Di color giallo dorato con riflessi ramati e un bouquet giocato su note di agrumi e albicocche ben armonizzate con quelle di miele e datteri, al palato riesce a coniugare dolcezza e freschezza con un equilibrio tra zuccheri e acidità, al quale si aggiunge un delicato finale che ricorda la mandorla caramellata.

www.bagliodipianetto.it

Il Moscato che profuma di Sicilia

Cucine d'Italia consiglia