Wine Experience nella campagna toscana

Riparte a pieno ritmo il turismo enogastronomico e sono tanti i luoghi incantanti in Italia a proporre rilassanti weekend a base di vino e terapia del paesaggio: tra le wine destination da non perdere per gli estimatori dei grandi vini toscani, la Fattoria del Colle, nel cuore della Val d’Orcia, offre una indimenticabile e romantica wine experience tutta da vivere immersi nelle bellezze della campagna toscana.

Tutti i weekend di giugno e luglio, infatti, la Fattoria del Colle, con i suoi 336 ettari di vigneti e oliveti Bio, propone una serie di imperdibili esperienze gustative, assaggi itineranti alla scoperta di Chianti, Orcia e Supertuscan e Cacio Experience in abbinamento ai pregiagti vini della cantina.

Una Wine Experience d’estate nella Toscana dei grandi vini rossi, ospiti del borgo rurale cinquecentesco della Fattoria del Colle di Trequanda, affacciata sulle suggestive Crete Senesi, arricchita da un nuovo programma pensato “su misura” per i turisti winelovers, che non solo si propone di soddisfare le esigenze di coloro che sono desiderosi di tornare a viaggiare in sicurezza nel post-pandemia, ma altresì si allinea con le tendenze del nuovo modo di vivere l’esperienza turistica, ovvero partecipando da protagonisti alle attività e rendendo la vacanza unica e indimenticabile.

Una tendenza che Donatella Cinelli Colombini, produttrice vinicola (Fattoria del Colle e Casato Prime Donne a Montalcino), fondatrice del Movimento Turismo del Vino nonché ideatrice della giornata di Cantine Aperte, è riuscita ad interpretare prima di chiunque altro, tanto da rendere la Fattoria del Colle la prima Wine Destination in Toscana con un programma giornaliero di animazioni mirate a coinvolgere il turista in modo partecipativo e con degustazioni di vini di altissimo livello, il tutto immersi in una natura incontaminata circondati da un paesaggio di rara bellezza.

Un’occasione imperdibile per chi vuole vivere nella maniera più autentica un territorio così ricco in termini enogastronomici e di tradizioni. Gli ospiti avranno infatti l’opportunità di partecipare a visite guidate alla cappella e ai giardini storici, all’orto con i fiori edibili da assaggiare, le erbe aromatiche da toccare e le essenze più antiche, tra cui pepe, aglione, cola e assenzio, da scoprire, ma soprattutto ai vigneti per conoscere da vicino le particolarità del Sangiovese e dell’antico vitigno toscano Foglia Tonda.

Non mancheranno, naturalmente, soste in cantina, con assaggi itineranti alla Fattoria del Colle di Chianti Superiore, Orcia DOC e Supertuscan nonché di olio extravergine di oliva, il tutto ospitato in una suggetiva e originale sala di degustazione allestita ad hoc per le esperienze della vigna. Da non perdere, infine, la Cacio Experience, durante la quale sarà possibile assistere alla preparazione del formaggio Raviggiolo, e la Wine Experience per eccellenza, ovvero il gioco dell’Enologo per un giorno, grazie al quale ogni ospite, seguito da una esperta assaggiatrice che dispenserà consigli su come bilanciare i vari elementi del vino, potrà produrre il proprio Supertuscan da etichettare con nome personalizzato e portare a casa.

Una agenda ricca di interessanti spunti che si completano con un’escursione alla cantina del Brunello di Montalcino al Casato Prime Donne di Montalcino per un esclusivo assaggio di Rosso, Brunello di Montalcino e Brunello Riserva, accompagnato da itinerari di trekking nei vigneti biologici di Sangiovese e le installazioni artistiche come il Modernacolo creato per Carla Fendi, e gli affreschi sulla storia di Montalcino e sui segreti produttivi del Brunello.

www.cinellicolombini.it

Wine Experience nella campagna toscana

Cucine d'Italia consiglia