Biondamara: il salotto urbano della birra

Un innovativo “Urban Lounge Beer” che punta sul connubio fra birre artigianali e cucina gourmet: ha aperto a Roma, nel quartiere Prati, Biondamara.

Un raffinato salotto urbano della birra artigianale, un luogo fortemente identitario voluto dai fratelli Alessandro e Marco Lucchini, imprenditori bolognesi d’origine ma romani d’adozione. Un elegante locale situato in un quartiere sempre foriero di novità gastronomiche e caratterizzato da un format fortemente focalizzato sulla birra artigianale. Anima da birreria, veste da ristorante, Biondamara può esser definito un RistoPub nel quale la birra diviene protagonista non solo al bancone, ma anche per la realizzazione di cocktail e piatti gourmet.

Dopo aver gestito per anni l’impresa di famiglia, Alessandro e Marco hanno deciso di alimentare la loro passione per la birra mettendo a punto varie ricette e dar vita, con birrifici amici, a produzioni davvero originali: questo primo passo ha fatto nascere la voglia di creare una birreria metropolitana, che potesse far coesistere la birra artigianale con una cucina ricercata. Uno spazio ideato per essere accogliente, arredato con gusto grazie a scelte stilistiche e di design rappresentate da arredi che contribuiscono a creare una atmosfera accogliente, dove i materiali impiegati hanno una natura “urban”, dal ferro al cemento, passando per marmi, mattonelle e piante.

Biondamara conta uno spazio esterno che può ospitare circa 40 coperti, mentre la zona interna è strutturata su una prima sala nella quale spicca sulla sinistra il bancone per i cocktail, tutti rigorosamente preparati utilizzando tra i vari ingredienti anche la birra, oltre che a 2 spine con le birre stagionali in rotazione e sulla destra un bellissimo salottino, il luogo adatto per gustare l’aperitivo. Nella sala successiva il protagonista è un tavolo sociale, il posto ideale per trascorrere un piacevole dopo cena in compagnia della birra preferita, quindi si giunge nella sala principale, da circa 70 coperti, nella quale è presente un secondo bancone con ben 14 birre alla spina, spazio completato dagli immancabili sgabelli che consentono di bere o mangiare vivendo il mood di Biondamara al massimo della sua intensità.

In cucina lo chef Giacomo Zezza mette il suo talento al servizio di un menù ben studiato che poggia su alcune intriganti sezioni: Per Stare Insieme, ricco di proposte gustose ideate per l’apericena; Anti-Vino, una selezione di antipasti con una birra in abbinamento; Primi Ricordi, composto da varie versioni di polpette; Panini, con le deliziose Burghette, bun di pane alla birra farciti; Secondo Noi, main course di carne e di pesce; Il Contorno; La Nostra Teglia, ovvero pizze classiche e originali realizzate con impasto alla birra lievitato 72 ore; La Dolce Bionda, selezione di dessert preparati con la birra.

La proposta gastronomica di Biondamara verrà ulteriormente impreziosita da prestigiose collaborazioni trimestrali: la prima, appena conclusa, con lo chef Max Mariola, mentre l’attuale chef coinvolto è Igles Corelli, che realizzerà due personali versioni della Burghetta.

biondamara.it

Biondamara: il salotto urbano della birra

Cucine d'Italia consiglia