La destrutturazione dello spazio in cucina

Una cucina che propone un concetto di scomposizione dello spazio e di sistemi aggregativi che guardano oltre la razionalità industriale Avignon, disegnata da Nicola Gallizia per TM Italia.

Un tributo culturale all’opera di Pablo Picasso “Les Demoiselles d’Avignon” che presenta in modo visionario una simultaneità di punti di vista differenti e introduce un nuovo modo di concepire la realtà. La destrutturazione dello spazio e delle funzioni costituisce infatti il filo conduttore di Avignon.

La composizione della cucina Avignon, che sarà presentata a Eurocucina 2022, è lineare, con isola e tavolo ad essa integrato.

Due i materiali protagonisti del modello: legno di Eucaliptus Frisé, impiegato per tutte le ante e i frontali dei cassetti, e marmo Dover White per i piani, gli schienali, il fronte dell’isola e per la vasca preassemblata.

La pregiata essenza di Eucaliptus Frisè verniciato opaco, proveniente da specie legnose certificate FSC e lavorate con un processo di tintura privo di coloranti sintetici, manifesta le piccole increspature delle venature regolari e parallele quando la luce si infrange sulle superfici. Il marmo Dover White è caratterizzato da forme fluide e sinuose nei toni del grigio e del bianco latte. Il fronte dell’isola rivestito in marmo Dover White presenta elementi a giorno e cassetti in legno Eucaliptus Frisé che creano un movimento armonico di volumi, rientranze e materiali.

La cifra stilistica del progetto risiede nel numero 7,5 che esprime gli importanti spessori in centimetri del piano del tavolo, di top e schienali, nonché delle grandi maniglie, poste ora orizzontalmente ora verticalmente su ante e frontali.

L’innovazione assoluta di Avignon risiede nell’aver integrato in modo invisibile funzioni aggiuntive, oltre a quelle classiche, che assecondano modalità contemporanee di vivere gli spazi rompendo gli schemi rispetto al passato. Il tavolo ancorato all’isola si decompone in tanti volumi integrati all’interno delle gambe e consente una fruizione differenziata diventando, alternativamente o contemporaneamente, luogo di aggregazione e convivialità, di lavoro, di gioco e di entertainment.

Ciascuna funzione può essere attivata svelando, tramite un meccanismo elettro-assistito con controllo remoto, volumi nascosti: un volume HomeOffice che consente di riporre portatile, mouse, tastiera, taccuini, penne oltre ad essere equipaggiato con prese e porte USB; un contenitore PlayGround con alloggiamento per Playstation, tablet, attrezzatura da disegno; un saliscendi AperitivoTime che contiene accessori per cocktail, bicchieri e bottiglie.

L’isola ospita due volumi nascosti che fuoriescono dal piano a comando: uno contiene un monitor in grado di ruotare fronte tavolo o fronte isola, l’altro, collocato accanto al piano cottura, è studiato per riporre un’ampia libreria di spezie e utensili da cucina.

La cucina Avignon rispecchia così perfettamente la filosofia di TM Italia nel coniugare dettagli di alto artigianato con un approccio progettuale evoluto, che propone integrazioni tecnologiche e nuovi scenari estetico-funzionali.

tmitalia.it

La destrutturazione dello spazio in cucina

Cucine d'Italia consiglia