Pan dei Morti: dolce della tradizione

La dolcezza invade la tavola italiana in occasione della Festa dei Morti: ricette della tradizione dalla forte valenza simbolica si trasformano in omaggi ai defunti da parte di chi resta in vita, come nel caso del Pan dei Morti, un dolce dalle antiche radici, diffuso in Lombardia e Toscana.

Pan dei Morti

Sembra che le origini del ‘pane’ siano da ricondurre all’Antica Grecia, in particolare al mito della dea Demetra: i greci, infatti, nella speranza di ottenere un buon raccolto, erano soliti omaggiare la dea delle messi con una particolare versione del pane fatta con acqua, farina e uva passa. Una tradizione giunta anche in Italia, con il Pan dei Morti, protagonista della tavola durante la notte tra l’1 e il 2 novembre, offerti agli estinti in visita dall’aldilà, dopo un lungo e faticoso viaggio.

Pan dei Morti

Tipico del mondo contadino, il Pan dei Morti è un dolcetto secco sobrio e povero, realizzato con ingredienti semplici come i biscotti sbriciolati avanzati e la frutta secca. Col tempo la ricetta è stata arricchita con altri golosi ingredienti come il cacao e il vino, trasformandosi in un dolce ricco, dalla consistenza croccante e dal gusto aromatico, proposto spesso in varianti raffinate da celebri pasticcerie .

Pan dei Morti

Ingredienti

200 gr di biscotti secchi
200 gr di savoiardi
100 gr di amaretti
300 gr di zucchero
250 gr di farina 00
50 gr di cacao amaro
100 ml di spumante o vino secco
4 albumi
100 gr di fichi secchi
100 gr di uvetta
100 gr di mandorle (pelate)
40 gr di pinoli
8 gr di lievito per dolci
1 cucchiaino di cannella in polvere
1 grattugiata di noce moscata

Pan dei Morti

Preparazione

Polverizzare tutti i biscotti: amaretti, savoiardi e biscotti secchi. Riunire quindi tutte le polveri in una terrina capiente e aggiungere farina, zucchero, lievito, cacao, cannella in polvere e una grattugiata di noce moscata. Tritare grossolanamente le mandorle e i fichi secchi e lasciare in ammollo l'uvetta per una mezz'ora in acqua tiepida, per poi strizzarla bene.

Mescolare le polveri, quindi aggiungere tutta la frutta secca, unire gli albumi e il vino e iniziare la lavorazione, dapprima con l’ausilio di un cucchiaio di legno, poi man mano che si assorbono gli ingredienti proseguire a mano, fino a ottenere un impasto compatto. Da qui ricavare dei pezzi da modellare in forma ovale e leggermente schiacciata. Sistemare quindi i biscotti su una teglia rivestita con della carta forno e inserirli in forno preriscaldato a 180° per 15-20 minuti. Servirli freddi con una spruzzata di zucchero a velo.