Breganze DOC: la Prima del Torcolato

Ogni terza domenica di gennaio il delizioso paese di Breganze, cuore dell’omonima DOC a circa 20 km da Vicenza, si trasforma nel palcoscenico che accoglie, come da tradizione, l’evento più importante dell’anno: la Prima del Torcolato.

Prima del Torcolato Breganze Doc

La DOC di Breganze è la culla fertile del Torcolato: tra i vini rossi e i vini bianchi prodotti si eleva infatti questo nobile vino che "un liquore pare".

La denominazione di Breganze è un anfiteatro di ridenti colline tra i fiumi Astico e Brenta, confinante con le aree montagnose delle prime pendici dell’Altopiano di Asiago e l’alta pianura vicentina. Sotto il profilo geologico l’area è caratterizzata dalla presenza di rocce vulcaniche, tufi basaltici e sedimenti alluvionali, con un’importante componente calcarea.

Prima del Torcolato Breganze Doc

Frutto di una cura minuziosa, il Torcolato è una perla enologica di un popolo e di un territorio devoto alla viticoltura e il famoso proverbio dialettale "A chi non ghe piase el vin, Dio ghe toga l'acqua" (a chi non piace il vino, Dio tolga l’acqua) ne è la prova, con il vino da sempre grande protagonista sulle tavole locali.

Tutto è pronto dunque, per celebrare la 24° edizione della Prima del Torcolato: è dal 1995 infatti, che si celebra questa ricorrenza, anno in cui il Torcolato ottenne il meritato riconoscimento, un vino pregiato che ha saputo convincere i palati nazionali e internazionali.

Prima del Torcolato Breganze Doc

Un momento conviviale e culturale molto sentito e amato dagli abitanti e da tutti gli appassionati del mondo del vino, i quali domenica 20 gennaio si raccoglieranno nel paese per assistere alla spremitura pubblica del "Primo" Torcolato DOC Breganze Vendemmia 2018, con festa in piazza e cantine aperte per festeggiare il compleanno di un dolce nettare che fa parte e racconta la storia della produzione vitivinicola del territorio.

Prima del Torcolato Breganze Doc

Il nome Torcolato deriva dall’antica usanza che caratterizza il metodo di appassimento, l’arte del "torcolare", ovvero dell’intrecciare i grappoli.

Dopo un’accurata vendemmia in cui vengono selezionati i migliori grappoli, questi vengono fatti appassire per alcuni mesi. L'appassimento rappresenta una fase molto importante: essa avviene in locali ben areati e asciutti e i grappoli vengono legati e attorcigliati, cioè "torcolati", a travi di legno. Durante questa fase gli acini perdono buona parte dell'acqua favorendo la concentrazione zuccherina. In seguito, le uve subiscono una lenta torchiatura che permette di ottenere un mosto dorato.

Prima del Torcolato Breganze Doc

Lentamente avviene anche la fase di fermentazione, dopo la quale in vino viene posto in piccoli botti dove rimane per un periodo minimo stabilito dal disciplinare di produzione (non può essere immesso al consumo prima del 31 dicembre dell'anno successivo a quello della vendemmia).

Il Breganze Torcolato, punta di diamante dell’enologia vicentina, è ottenuto dai più bei grappoli di un vitigno autoctono, la Vespaiola o meglio conosciuta col termine dialettale "Bresparola", da brespe, ossia le api, ghiotte del succo particolarmente dolce dell’uva. Grazie ad una accentuata freschezza per la presenza di una naturale acidità, la Vespaiola ha una straordinaria predisposizione all’invecchiamento.

Prima del Torcolato Breganze Doc

Il disciplinare vuole che questo vino si mostri nel suo incantevole colore giallo oro, con un bouquet che ricorda la frutta matura, il miele e l’uva passa. Il suo gusto amabile, supportato da una bella spalla acida, dona al palato armonia e una sensazione vellutata, rotonda. Considerato un vino "da meditazione", riesce a conquistare il suo interlocutore sia da solo che in abbinamento a dolci o a formaggi erborinati dal sapore deciso.

A colorare la scena il 20 gennaio ci sarà come di consueto la Magnifica Fraglia Torcolato D.O.C. Breganze, ufficialmente costituita il 19 gennaio 2002. I componenti della Fraglia, i Confratelli, vengono scelti tra personalità di spicco della cultura e del mondo imprenditoriale vicentino, uomini e donne che si sono nel tempo distinti nella promozione di questo meraviglioso vino.

Prima del Torcolato Breganze Doc

Lo stemma della Magnifica Fraglia rappresenta un’antica ara votiva in pietra di epoca romana dove è scolpito in altorilievo un alberello di vite con alcuni grappoli, a testimonianza della presenza della vite nel territorio da un tempo infinito. Anche la divisa si distingue per dettagli enologici, configurandosi come un mantello colorato con le tonalità della vite e del vino, velluto verde e inserti gialli dorati.

Durante la giornata sarà possibile effettuare visite in cantina e degustazioni presso le seguenti aziende: Ca’ Biasi, Cantina Beato Bartolomeo, Col Dovigo, IoMazzuccato, Le Colline di Vitacchio, Le Vigne Di Roberto, Cantina Maculan, Miotti Firmino, Vitacchio Emilio e Transit Farm. Un tasting da non perdere accompagnato dai prodotti tipici locali presenti alla Mostra Mercato. ù

Prima del Torcolato Breganze Doc

Un sentito ringraziamento ai viticoltori qui protagonisti, all’Associazione Strada del Torcolato e al Consorzio di tutela e di valorizzazione Vini DOC di Breganze per l’organizzazione di eventi culturali atti a promuovere il turismo eno-gastronomico.

www.breganzedoc.it

Lara Moro