Milano Design Film Festival: il design narrato per immagini

Una kermesse dedicata al mondo del design, narrato attraverso una rassegna di documentari, biografie e film: dal 25 al 28 ottobre va in scena la sesta edizione del Milano Design Film Festival, presso Anteo Palazzo del Cinema.

Milano Design Film Festival

Il tema del progetto sbarca dunque sul grande schermo, con l'obiettivo di fornire al pubblico gli strumenti per interiorizzare il percorso creativo sotteso ad ogni progettualità, associando tutti gli anni una tematica specifica, che quest'anno è Fast Changing: si parlerà di materiali e di tecnologia, di nuovi modi di costruire in maniera sostenibile ma anche di rivalutazione e restauro.

Si parte il 24 ottobre con un pre-opening al Teatro dell’Arte presso la Triennale di Milano, dove verrà proiettata la première europea di RAMS, il film del regista americano Gary Hustwit dedicato al celebre designer tedesco Dieter Rams.

Milano Design Film Festival

Il giorno seguente all'Anteo Palazzo del Cinema avrà poi luogo l'intera rassegna: oltre 60 proiezioni, dibattiti e lecture vedranno protagonisti registi, progettisti e rinomate aziende, quali Arper, Bang&Olufsen, Braun, Cassina, Giorgetti, Ideal Standard, Marazzi, Molteni Museum e Unifor.

Tra gli ospiti del Milano Design Film Festival anche Filippo Pagliani e Michele Rossi, dello studio milanese Park Associati, impegnati nella presentazione di tre video prodotti in collaborazione con AIR3 Associazione Italiana Registi: Milano, Confini e Luoghi del Potere.

Milano Design Film Festival

Per gli amanti del design d'autore sarà proiettato il film Achille Castiglioni. Tutto con un niente di Valeria Parisi, presentato in contemporanea alla mostra curata da Patricia Urquiola A Castiglioni alla Triennale di Milano, e Object to Project. Giorgetti Design since 1898 di Francesca Molteni, che ripercorre la storia dell'azienda.

Per l'architettura, invece, in programma i film Non abbiamo sete di scenografie. La lunga storia della chiesa di Alvar Aalto a Riola di Mara Corradi e Roberto Ronchi, The Power of the Archive. Renzo Piano di Francesca Molteni, Chez Le CourbusierAlbert FreyThe Architectural Envoy di Jake Gorst e Amatrice, the new year zero di Giacomo Boeri e Matteo Grimaldi, il video che narra la nascita de La Piazza del Gusto, della Tradizione e della Solidarietà di Amatrice su progetto di Stefano Boeri Architetti.

Milano Design Film Festival

In collaborazione con l'azienda danese Bang&Olufsen, inoltre, il Milano Design Film Festival presenterà in anteprima in Italia Two Basilicas di Heinz Emigholz, incentrata sulle basiliche di Orvieto e Grundtvig in Danimarca, due edifici esteticamente distanti, pur appartenendo alla stessa tipologia architettonica, in grado di stimolare associazioni e visioni completamente differenti.

Un'ampia retrospettiva sarà poi dedicata ai registi Ila Bêka e Louise Lemoine, due nomi che, con i loro film, hanno rivoluzionato la tradizionale rappresentazione dell'architettura contemporanea, con sei pellicole, in particolare Moriyama-san, la storia della vita ordinaria di un eremita urbano che abita in una straordinaria residenza di Tokyo, Moriyama house.

Milano Design Film Festival

Il tema del Fast Changing raccoglie poi due progetti d’avanguardia come 3D Housing 05 dello studio CLS Architetti, basato sulla costruzione del primo progetto in Europa di casa 3D stampata in opera, e Project Kamp del designer olandese Dave Hakkens, che tramite tutorial e progetti open source punta a realizzare cambiamenti positivi nelle giovani generazioni.

Per la categoria Sustainability sono da segnalare una serie di pellicole di grande impatto emotivo: Albatross di Chris Jordan, Jackie Chan's Green Heroes di David Hay,  Natura Urbana. The Brachen of Berlin di Mattew Gandy, Cantiere 2 Harbour di Roberto Coda Zabetta e The Experimenthal City di Chad Freidricks.

Milano Design Film Festival

Ampia anche la sezione dedicata ai corti di animazione, incentrata sulla storia di personaggi e istituzioni, con pellicole come Nanda Vigo di Marco Poma, focalizzata sull'architetto/designer/artista delle avanguardie anni Sessanta e Settanta, o, ancora, Gualtiero Marchesi - The Great Italian di Maurizio Gigola, omaggio al celebre maestro della cucina italiana.

Menzione speciale, infine, per il lancio dell’Architecture Film Award, premio Internazionale di Architettura e Cinema, finalizzato alla selezione di pellicole (fiction, documentari, docu-film, lungometraggi, cortometraggi) incentrate su diverse scale dell’architettura e del paesaggio.

www.milanodesignfilmfestival.com