Pedini al Fuorisalone 2018: food e design per un gustoso evento

Un esclusivo evento tra food e design nel cuore di Milano in occasione dell'evento più atteso della primavera meneghina: Pedini partecipa al Fuorisalone 2018 con "Spaghetti Design", una serie di gustosi appuntamenti ospitati nel nuovo flagship store del brand.

Dal 17 al 22 Aprile l'elegante showroom Pedini Brera apre in anteprima le sue porte con con un ciclo di incontri pensati per celebrare il made in Italy in cucina, intesa come connubio di cibo e design, all’insegna della qualità, dell’eleganza, dell’innovazione.

Pedini al Fuorisalone 2018

Ogni giorno lo spazio espositivo si inebrierà dei profumi e dei sapori di golosi cooking show condotti da celebri chef all'opera dietro ai fornelli delle ultime novità del marchio.

Pedini Spaghetti Design

Ad inaugurare l'evento questo pomeriggio lo chef Andrea Giuseppucci del ristorante La Gattabuia di Tolentino, con una delle preparazioni più tradizionali della cucina italiana: gli Spaghetti al Pomodoro, reinterpretati in chiave contemporanea. Lo spaghetto di Giuseppucci, infatti, sa di pomodoro crudo ma in realtà è cotto con un estratto di melograno: raggiunta la temperatura di 87°C, viene mantecato con un pecorino stagionato in fossa e basilico estratto a freddo. Un piatto proposto in abbinamento ai vini Terracruda e alla birra artigianale delle Tenute Collesi, nato da un errore in cucina: mentre Andrea preparava il pranzo del personale mise in padella un estratto di melograno che dall’odore sembrava pomodoro. Da lì non è mai più uscito dal suo menu degustazione.

L'enfant prodige della cucina italiana delizierà i palati dei partecipanti anche domani, cimentandosi nella preparazione degli Spaghetti alle Vongole, sbollentate e affumicate con legno di ciliegio.

Pedini Spaghetti Design

Nei giorni successivi, fino a sabato 21 aprile, Pedini Brera accoglie l'estro dello chef Lucio Pompili del Symposium di Cartoceto, che proporrà le sue creazioni: Spaghetti Cartoceto-Milano, cotti in brodo di zafferano, saltati con un sugo di cinghiale leggero e impiattati con una spuma al sifone di gorgonzola; Spaghetti Rossini, interpretati come contorno, dove l’ingrediente principale è il filetto rosolato. Lo spaghetto viene condito invece con una salsa a base di fegato grasso e impiattato con una grattata di tartufo di Acqualagna; Spaghetti freddi della riviera adriatica shakerati, piatto dedicato a Gualtiero Marchesi. Lo spaghetto viene unito a una crema di pomodori grappolo con basilico e aglio, mòscioli di Portonovo, olive tritate, un po’ di prezzemolo e una maionese di ricci di mare, il tutto shakerato prima di essere servito; Spaghetti aglio, olio, peperoncino e vongole, saltati con il classico condimento aglio, olio e peperoncino, oltre a un cucchiaio di crema di prezzemolo che conferisce loro una colorazione verde, infine vengono aggiunte vongole sgusciate e pane tostato alle acciughe.

le deliziose creazioni saranno preparate all'interno dello store curato dall’architetto Giovanni Musica di Studio MGAlab, dove sarà possibile toccare con mano e testare le tecnologiche funzionalità di Hi Pedini, tra i più avanzati sistemi di intelligenza artificiale e domotica applicati alla cucina.

Soluzione d'arredo raffinata e all'avanguardia pensata per soddisfare i trend attuali e gli stili di vita moderni, Hi Pedini è il nome dell’App, della tecnologia e del comando vocale sviluppati grazie al lavoro sinergico di Pedini, Microsoft e IoMote in una logica di Open Innovation e contaminazione.

Pedini al Fuorisalone 2018

L'innovativa tecnologia 4.0 abilita un’interazione veloce e intelligente, elaborando gli input vocali e reagendo in modo pertinente. La piattaforma di Cloud Computig, i servizi di riconoscimento vocale basati sull’Intelligenza Artificiale di Microsoft - in particolare LUIS (Language Understanding Intelligent Service), la funzionale App, i sensori applicati all’interno delle ante e gli assistenti vocali “fisici” compongono un sistema tramite il quale è possibile parlare direttamente con la cucina.

Con Hi Pedini diventa quindi possibile controllare dal proprio smartphone i consumi, monitorare la qualità dell’aria, ricevere alert nell’eventualità di fughe di gas e perdite d’acqua, organizzare e gestire la lista della spesa, aprire e chiudere ante tramite la voce, programmare gli elettrodomestici e persino cambiare colore a seconda dell'atmosfera desiderata, con un semplice comando vocale.

«Hi Pedini è il risultato dell’orientamento strategico del nostro brand rivolto alla casa ecosostenibile e intelligente. - dichiara Daniele Radi Temelini, Presidente di Pedini Spa - Se la tutela di ambiente e salute è da sempre un valore fondante per Pedini, che per i suoi arredi utilizza solo legni provenienti da foreste controllate, materiali riciclabili e lavorazioni a minimo impatto, oggi l’azienda si è spinta avanti. Sfruttando le nuove opportunità offerte dall’industria di ultima generazione, è stato sviluppato un avanzato sistema di intelligenza artificiale integrato in una cucina capace di offrire un inedito livello di interazione con l’utente. Dando per assodati gli argomenti di design, qualità ed ergonomia, che il brand garantisce da decenni, oggi diventa fondamentale rispondere con un’offerta di valore aggiornata alle aspettative dei clienti. Ecco che la partita si gioca sulla capacità di offrire quei plus che migliorano la qualità della vita».

Pedini al Fuorisalone 2018

Tra le altre novità firmate Pedini in mostra al Fuorisalone anche la collezione di cucine K016, che da quest'anno si racconta con un programma ancor più completo e articolato di finiture ed elementi accessori, incarnando un vero e proprio progetto di architettura d’interni.

Forma, materia e colore entrano in forte relazione con i volumi e gli spazi di tutta la casa all’insegna della leggerezza, grazie alla profonda ricerca tecnologica su materiali e soluzioni intrapresa dall'azienda. Il risultato è un concept progettuale dinamico, componibile e articolato, in cui cucina e living diventano un’unica superficie fluida, adattabile ad ogni contesto abitativo.

Pedini al Fuorisalone 2018

Una duplice chiave di lettura ispira la nuova K016: funzionalità/tecnologia e personalizzazione/identificabilità del brand.

Nel primo binomio, i materiali sono i veri protagonisti: ante da 12 mm di spessore realizzate con supporto in alluminio alveolare o in MDF, dove prendono corpo speciali laccature metal anticato, impiallacciature in legno di eucalipto con superficie sablè, laminati Fenix o termostrutturati Cleaf. In abbinamento alle ante i piani declinati in grés porcellanato da 12 mm, in laminato Fenix e in Lapitec con esclusiva sagomatura.

Nel secondo binomio, le soluzioni progettuali evidenziano una grande ricerca della personalizzazione, come nel caso delle attrezzature poste direttamente sul top al servizio delle zone operative e deputate alla conservazione degli accessori necessari alla preparazione dei cibi e del banco snack spostabile sul piano tramite uno speciale movimento.

www.pedini.it