Pinza veneta: il dolce povero dell’Epifania

Ingredienti semplici, tipici della cultura contadina, per un dolce “povero” nato per celebrare l’inizio del nuovo anno, simbolo di prosperità e abbondanza: la Pinza veneta, delizia della festa dell’Epifania.

Pinza veneta

Diffuso soprattutto in Veneto, ma noto anche in alcune zone del Friuli e del Trentino, la Pinza veneta è uno dei dolci più antichi della tradizione regionale, preparato e consumato in occasione dei falò di inizio anno, i cosiddetti panevin, accesi per bruciare la “vecchia”, fantoccio simbolo dell’anno appena trascorso, come rito propiziatorio, solitamente effettuato la Vigilia dell’Epifania.

Morbido e fragrante, il dolce è proposto principalmente in due versioni: quella lievitata, diffusa nella provincia di Treviso, a Sinistra Piave, in particolare nei comuni di Conegliano e Vittorio Veneto, e quella non lievitata tipica di Destra Piave, nello specifico Treviso e comuni limitrofi, Venezia e provincia, Vicenza, Arzignano, Chiampo, Altissimo e Padova.

Pinza veneta

Ottima accompagnata con vin santo o con un passito liquoroso, la Pinza è tradizionalmente realizzata con farina di mais e bianca, mentre l’impasto è arricchito con uvetta, fichi e frutta secca e profumato al rum e ai semi di finocchio. Ecco la ricetta per la variante lievitata.

Pinza veneta

Ingredienti

400 gr farina di polenta gialla
600 gr farina 00
100 gr burro
1,6 litri latte bollente
150 gr zucchero
1 bustina di lievito
250 gr gherigli di noce
200 gr uva sultanina bagnata con rum o marsala
100 gr di fichi secchi morbidi a tocchetti
100 gr di pinoli
2 mele
Semi di finocchio
Buccia di limone grattugiata
2 uova
30 g. burro
Un pizzico di sale
1 l di latte.

Preparazione

Mescolare le due farine, lo zucchero e la bustina di lievito. Sciogliere il burro nel latte bollente e aggiungerlo poco a poco sulle farine, quindi mescolare facendo attenzione a non formare grumi. Aggiungere tutti gli altri ingredienti, mescolare e lasciar riposare un’ora. Ungere una pirofila o uno stampo da forno e adagiare l’impasto, quindi ricoprire con fettine sottili di mela e cospargere il tutto con lo zucchero. Mettere in forno preriscaldato a 180°C per un'ora. Fare raffreddare prima di servire.