Re Panettone 2017: il miglior lievitato d’Italia è di Salerno

Re del Natale per eccellenza, dolce amato indistintamente dal nord al sud dello Stivale, il panettone, seppur d’origine milanese, conferma la sua vocazione nazionale con la premiazione a Re Panettone 2017 di una realtà tutt’altro che meneghina, bensì salernitana: ad aggiudicarsi il titolo di miglior lievitato tradizionale in una gara tra 45 maestri pasticceri di tutta Italia, il Panificio Ascolese di San Valentino Torio.

Re Panettone 2017 I vincitori

La decima edizione della golosa kermesse vede dunque ancora una volta l’assegnazione del Premio I PanGiuso a una realtà artigianale del sud, sfatando il luogo comune per cui il miglior panettone è quello fatto a Milano.

Re Panettone 2017 Panificio Ascolese

A trionfare è dunque la maestria artigianale italiana, oltre ogni confine nazionale, incarnata da una realtà presente per la prima volta alla kermesse meneghina e già simbolo di eccellenza made in Italy.

Re Panettone 2017 Panificio Ascolese

Morbido e fragrante, il Panettone Ascolese, come tutti i lievitati in gara, si fregia infatti della Certificazione Re Panettone®, marchio di tutela ideato per garantire l’eccellenza e la freschezza dei lievitati tutto l’anno, assicurando il rispetto della qualità e della tradizione.

Re Panettone 2017 I vincitori

«Come tutti quelli a pasta lievitata il panettone è un dolce molto difficile da domare – spiega Fiorenzo Ascolese, maestro dolciere dell’omonimo Panificio. - Oltre la tecnica e l’esperienza, ci vuole amore e passione. E per noi, che quest’anno siamo tra gli esordienti di Re Panettone, questo riconoscimento vale il doppio: premia la nostra ricercatissima ricetta di qualità, fatta non solo di sapori, anche di fantasia e dedizione».

Oltre alla premiazione del miglior panettone tradizionale, la giuria del Premio I PanGiuso ha assegnato il riconoscimento al miglior lievitato innovativo, conquistato dalla Pasticceria Ferrante di Campomorone, in provincia di Genova.

Re Panettone 2017 I vincitori

A valutare, infine, il miglior panettone “fatto in casa” un’autorevole giuria di maestri pasticceri: il verdetto finale ha visto il trionfo del lievitato preparato da Michela Sanguin.

Ecco la lista di tutti i premiati:

Premio I Pangiuso categoria Panettone Tradizionale

Vincitore: Panificio Ascolese di San Valentino Torio (Sa)
Menzione d’onore: Pasticceria Mennella di Torre del Greco (Na) e Pasticceria Marra di Cantù (Co)

Premio I Pangiuso categoria Lievitati innovativi

Vincitore: Pasticceria Ferrante di Campomorone (Ge)
Menzione d’onore a Pasticceria Beverara di Castelmaggiore (Bo) e Pasticceria Picchio di Loreto (An)

Premio Miglior Panettone Fatto in casa

1. Michela Sanguin
2. Regina Tavano
3. Romana Venturi

Giochi chiusi dunque a Milano, ma resta aperta la gara per la terza edizione di Re Panettone Napoli, in programma il 2 e il 3 dicembre al Grand Hotel Parker’s.