Il tavolino Scrap e le due vite del marmo

Il marmo caratterizza il tavolino Scrap, un elegante oggetto di design che punta al riutilizzo degli scarti prodotti dalla lavorazione di questo pregiato materiale.

Nato dalla collaborazione tra l’architetto Il marmo caratterizza il tavolino Scrap, un elegante oggetto di design che punta al riutilizzo degli scarti prodotti dalla lavorazione di questo pregiato materiale. e Franchi Umberto Marmi, una delle aziende leader del settore lapideo internazionale, il tavolino Scrap è ottenuto dal marmo Cipollino, estratto dalle cave dell’azienda, nonché caratterizzato da un’incredibile varietà cromatica e dalla presenza al suo interno di imperfezioni, in grado di rendere la superficie dinamica, vivace e mai uguale a se stessa.

tavolino scrap franchiumbertomarmi

A completare la linea sinuosa delle lastre di marmo, ecco l’ottone grezzo, proposto in un unico elemento massello lavorato con macchinai a cinque assi e rifinito dalle mani esperte degli artigiani.

Nella forma organica del tavolino Scrap si replica la continua ricerca estetica di Michele Cazzani, volta a evidenziare i giochi di fuori scala attraverso l’inserimento dei suoi omini, a firma dell'oggetto: si tratta di un elemento che permette di spostare il punto di vista, così da poter osservare e scoprire i volumi e le masse dell'architettura celata.

tavolino scrap franchiumbertomarmi

Spesso concepito come risorsa non rinnovabile, con questo progetto il marmo induce a ribaltare la prospettiva dominante: grazie all’intervento del design, lo spreco di materiale è ridotto e si apre la duplice strada che vede da una parte la progettazione volta a minimizzare gli scarti nella fase di lavorazione, dall’altra tesa a definire il tipo di scarti prodotti, cercando una loro valorizzazione attraverso un possibile reimpiego.

tavolino scrap franchiumbertomarmi

Il progetto voluto da Franchi Umberto Marmi volge così il suo sguardo ai temi, molto contemporanei, del riuso e riutilizzo dei materiali di scarto al fine di trasformarli in oggetti senza tempo e di non creare rifiuti.